Ostia: ancora disagi per gli inquilini delle case Ater di viale Vasco de Gama

I liquami sgorgano direttamente dalle piastrelle del pavimento allagando le cantine condominiali. Purtroppo non è una novità per gli inquilini delle case Ater di Viale Vasco de Gama a Ostia. Al civico 171 nella palazzina C dei cosiddetti lotti la situazione si trascina ormai da diversi giorni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

I liquami sgorgano direttamente dalle piastrelle del pavimento allagando le cantine condominiali. Purtroppo non è una novità per gli inquilini delle case Ater di viale Vasco de Gama a Ostia (leggi cosa era successo nelle case popolari di Fiumicino). Al civico 171 nella palazzina C dei cosiddetti lotti la situazione si trascina ormai da diversi giorni. Sotto il profilo igienico-sanitario la questione è a dir poco allarmante, ma i residenti sembrano ormai in preda alla rassegnazione. Non può cedere allo sconforto chi abita proprio sopra lo sversamento maleodorante e malsano.

Ostia, case Ater: le cantine sono inaccessibili

Le cantine sono dunque inaccessibili e lo resteranno finché Ater e Acea nel consueto valzer delle competenze e delle responsabilità non si decideranno a intervenire. Intanto proliferano le zanzare che da qui già salgono nelle abitazioni a sciami.

Ostia, case Ater: il problema riguarda una decina di inquilini. Tutti i precedenti

Il problema nello specifico oggi riguarda una decina di inquilini. Soprattutto anziani e disabili, ma in passato si sono verificate situazioni ancora più gravi in questo comprensorio. Nel settembre 2013 i liquami allagarono completamente il cortile condominiale. I condomini non potevano aprire le finestre a causa del fetore. Nell’anno precedente le acque nere invasero anche le abitazioni fuoriuscendo direttamente dai sanitari dei bagni, senza considerare i numerosi deficit strutturali degli stabili che l’Ater ha scientemente deciso di ignorare.

 

 

 

Potrebbero interessarti