Ostia: al liceo Enriques assembramenti dentro e fuori le classi

Nonostante le disposizioni del Governo e le tantissime rassicurazioni, all’Enriques il nuovo anno comincia come se il Coronavirus non sia mai esistito
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Nonostante le disposizioni del Governo e le tantissime rassicurazioni per iniziare in sicurezza il nuovo anno scolastico, al liceo Enriques di Ostia il Coronavirus sembra non essere mai esistito.

Assembramenti e mascherine abbassate al liceo Enriques di Ostia

Come si vede dalle immagini girate al liceo Enriques, le aule dello scientifico sono colme di ragazzi, alcuni dei quali parlano tranquillamente con la mascherina abbassata oppure senza alcuna protezione. Inoltre, sono seduti vicini, in barba al distanziamento sociale. Per non parlare dell’assembramento che si crea davanti al plesso, in attesa del suono della campanella.

“Nella classe di mio figlio sono passati da 22 studenti dello scorso anno a 29 – ha spiegato un genitore – e questo vuol dire che sono addirittura aumentati”.

Identica la situazione nella succursale di Via Andrea Da Garessio, a Dragoncello. In questo caso, è uno studente a denunciare la totale assenza di sicurezza.

In aula ci ritroviamo ad essere anche in 30 – si legge in una nota – mantenere il distanziamento in queste condizioni e’ impossibile. Se non cambia qualcosa, nel giro di 20 giorni avremo uno spaventoso aumento dei casi”.

Genitori e ragazzi chiedono la divisione delle classi, diversi turni per le lezioni in presenza e l’adozione della didattica a distanza.

 

Leggi anche Ostia, Via Mar Rosso: il mistero dei lampioni accesi anche di giorno

Ostia, Via Mar Rosso: il mistero dei lampioni accesi anche di giorno

Potrebbero interessarti