Ostia Antica: i cittadini ripristinano la palina toponomastica in Via Minervini

Chi fa da se fa per tre. Dopo oltre un anno di segnalazioni ci ha pensato il comitato di quartiere a riposizionare la palina di Via Minervini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Chi fa da se fa per tre. Hanno pensato questo i residenti di Ostia Antica, che dopo aver aspettato oltre un anno il riposizionamento della palina toponomastica in Via Giulio Minervini hanno agito da soli. Il locale comitato di quartiere, infatti, ha realizzato una nuova asta, ridando così il nome alla strada.

Ostia Antica, ripristinata dal CDQ la palina toponomastica di Via Minervini

Abbiamo molti disabili in questa via. – fa sapere una cittadina – L’ambulanza più volte è venuta ed è tornata indietro perchè non ha trovato la strada. Lo stesso per i corrieri che spesso non sono riusciti a consegnare i pacchi. Finalmente – prosegue – il comitato di quartiere ci ha regalato questa targa, dopo essersi prodigato per anni con il Municipio, ricevendo solo tante promesse. Forse dovremmo fare molte più cose per conto nostro perchè purtroppo questo sembra l’unico modo per ottenere qualcosa”. – conclude.

“Le istituzioni sono assenti. – aggiunge Domenico Adriani del comitato di quartiere Ostia Antica-Saline – Non riesco a capire perchè noi cittadini dobbiamo pagare le tasse se poi ci dobbiamo sistemare le cose da soli o con l’aiuto del comitato di quartiere… fin dove può arrivare, non avendo chissà quali introiti a disposizione”.

Via Minervini, oltre un anno di segnalazioni per il riposizionamento della palina

“Inizialmente abbiamo fatto una segnalazione per porre all’attenzione dell’amministrazione le precarie condizioni della vecchia palina, che stava cedendo – commenta Gaetano Di Staso, vicepresidente del comitato di quartiere Ostia Antica Saline – sono venuti a rimuoverla ma nessuno è mai venuto a ripristinare la segnaletica. Ringraziamo comunque l’assessore Bollini che si è prestato a fare le telefonate e le comunicazioni di rito, ma evidentemente non è bastato o non è dipeso da lui. Dopo oltre un anno e mezzo però abbiamo deciso di fare da soli”. – ha concluso Di Staso.

Alla nostra domanda: “Avete paura che qualcuno possa riprendervi per aver fatto da soli?” il presidente del locale comitato di quartiere, Giovanni Pieroni, ha così risposto: “Direi di no. Noi abbiamo avvertito e collaborato con l’amministrazione ma non è bastato. Abbiamo assistito ad una telefonata dell’assessore Bollini, il quale chiedeva a Roma il ripristino della segnaletica. Gli è stato risposto che la targa sarebbe stata pronta dopo qualche giorno, ma sono passati ormai diversi mesi. Quindi abbiamo seguito tutte le procedure del caso prima di prendere questa iniziativa”.

Potrebbero interessarti