Ostia: aggredisce la moglie in strada perché voleva denunciarlo

Ostia: un 30enne è stato arrestato dai Carabinieri. Fermato mentre stava picchiando la moglie in strada
Violenza su minore
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Ostia:  Aggredisce la moglie in strada perché voleva denunciarlo per i continui maltrattamenti subiti. Un 30enne è stato arrestato dai Carabinieri in via dei Fabbri Navali.

Continua l’attività di controllo che i Carabinieri di Ostia stanno portando avanti per garantire la sicurezza sul territorio, prevenire e reprimere i reati in genere.

I Carabinieri hanno arrestato un 30enne di Nuova Ostia che, in evidente stato di alterazione psicofisica, stava aggredendo una donna in via dei Fabbri Navali. I Carabinieri della vicina Stazione hanno sentito le urla della vittima e si sono precipitati in strada bloccando l’esagitato e soccorrendo la donna, moglie dell’aggressore che, esasperata dai continui maltrattamenti, aveva deciso di denunciarlo incorrendo nelle ire dell’uomo.

Dalla denuncia è emerso un susseguirsi nel tempo di minacce, offese, sberle, vessazioni fatte alla donna da parte del marito ed alla luce dell’evidente comportamento violento dall’uomo, hanno proceduto al suo arresto.

Un altro caso dunque di “codice rosso”, la legge che tutela dallo scorso anno le vittime di violenza domestica per i quali i Carabinieri continuano a mantenere alta l’attenzione con interventi fermi e tempestivi. L’arrestato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza in caserma, in attesa di essere tradotto presso il Tribunale di Roma per l’udienza di convalida.

Arresto anche un 23enne che, sempre in strada, ad Acilia, stava aggredendo la compagna.

Ad Acilia i Carabinieri  sono dovuti intervenire nei pressi di un bar di via Cesare Maccari dove era stata segnalata la presenza di un 23enne dello Sri Lanka  che stava maltrattando la compagna. I militari giunti sul hanno trovato il titolare del locale che stava tentando di trattenere il’uomo e, poco lontano, la compagna, 39enne sempre dello Sri Lanka con evidenti segni di percosse anche pregresse. I Carabinieri hanno arrestato il 23enne che è stato portato nel carcere di Regina Coeli.

 

Potrebbe interessarti anche: Violenza sulle donne, la Regione Lazio vara il Protocollo per l’assistenza legale gratuita alle vittime

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti