Acilia, nido “La Felce”: il termoscanner non funziona e i bambini non entrano

Ancora disagi per i genitori dei piccoli alunni del nido comunale
termoscanner
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Disagi nel nido comunale “La Felce” di Acilia. L’unico termoscanner disponibile spesso non funziona e i genitori sono costretti a riportare i figli a casa.

Acilia: nido comunale “La Felce” inaccessibile a causa del malfunzionamento del termoscanner

Sono esasperati i genitori dei piccoli alunni dell’asilo comunale “La Felce” di Acilia. Riuscire a mandare i propri figli al nido sta diventando una vera e propria impresa.

“Già è successo due volte che arrivati qui davanti alla scuola non ci hanno fatto entrare visto che non funzionava il termoscanner. – fa sapere una mamma – Abbiamo proposto noi di comprarlo, ma ci dicono che finchè non è registrato, non è possibile. Una volta abbiamo aspettato a lungo e in tarda mattinata ci hanno fatto entrare, e una seconda volta, invece, non è stato proprio possibile entrare. E’ assurdo che, in un momento così complicato come quello in cui viviamo, non si riesca a risolvere una cosa così semplice“. 

Il termoscanner ogni tre settimane si rompe – spiega un’altra mamma – Non ci mandano quello di emergenza per garantire il servizio e quindi in caso di rottura non possiamo entrare. Attendiamo con ansia che ci venga mandato questo famoso termoscanner con il bollino blu, anche perchè quelli comprati da noi non vengono accettati”. 

I genitori chiedono un intervento immediato degli organi competenti per mettere la parola fine a questa odissea.

Servizio di Gabriella Tesoro

Leggi anche Ostia, investita una donna. La conducente: “Colpa del buio”

Ostia, investita una donna. La conducente: “Colpa del buio”

Potrebbero interessarti