Macchia Palocco: aumentano le discariche a cielo aperto

A distanza di sette mesi dal nostro ultimo servizio, in Via Raffaello Mengs e Via Corrado Mezzana i rifiuti si sono moltiplicati
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

A distanza di oltre sette mesi dal nostro ultimo servizio siamo tornati a Macchia Palocco per verificare le condizioni di Via Raffaello Mengs e Via Corrado Mezzana. Purtroppo abbiamo dovuto constatare che la situazione non è affatto cambiata, anzi. L’immondizia ai lati della strada, se possibile, e’ anche aumentata. I sacchi si sono moltiplicati, e oltre ai rifiuti domestici, abbiamo ritrovato scarti di materiali edili e plastiche varie che si contaminano con la vegetazione. In Via Mengs è comparsa addirittura una bicicletta.

I cittadini di Macchia Palocco protestano: le discariche si moltiplicano

“Sono ormai molti anni che nessuno fa nulla. – fa sapere Andrea Esule, presidente del Comitato di Quartiere Macchia Palocco – Plastica, eternit, c’è di tutto. La cosa più preoccupante è la discarica a Via Mezzana perchè accanto c’è una pineta e quindi il pericolo incendi è elevato. Dall’altra parte inoltre c’è il canile di Villa Andreina, con il conseguente rischio igienico sanitario per gli animali. Da anni stiamo cercando di far portare via questo materiale, ma nonostante le svariate segnalazioni, Ama ci risponde che le strade non sono di loro competenza perchè arterie private aperte a pubblico transito”. – conclude Esule.

“Siamo arrivati a livelli di inciviltà ormai assoluta – afferma una cittadina – noi ogni tanto facciamo dei piccoli interventi, ma ormai è diventata una situazione insostenibile. Per non parlare delle condizioni dell’area in estate quando l’aria diventa irrespirabile a causa dei cattivi odori e dei fumi derivanti dai piccoli incendi appiccati da qualche incivile”.

“C’è un grosso rischio igienico-sanitario  – commenta un’altra residente – perchè oltre alle plastiche e ai rifiuti di ogni genere, è presente anche dell’eternit. Un materiale che quando c’è brutto tempo e c’è vento, si sparge dappertutto. Bambini, anziani, tutti siamo a rischio di prenderci qualcosa e poi chissà cosa c’è sotto quei sacchi di plastica. Chi ci va a guardare? Sono quattro anni che abito qui  – prosegue – e quattro anni che sento di richieste per portare via quel materiale. Una volta si dice che c’è bisogno della gru, poi del permesso del Comune, e intanto Ama se ne lava le mani. Insomma tutti si rimbalzano le competenze e le responsabilità e i servizi non ci sono, mentre noi continuiamo a pagare le tasse”. – conclude.

Discariche Macchia Palocco, telecamere di videosorveglianza per multare gli incivili

I residenti si appellano alle istituzioni per risolvere al più presto e in maniera definitiva il problema, rimuovendo i rifiuti e installando delle telecamere di videosorveglianza per multare gli incivili. Con l’arrivo della bella stagione, infatti, oltre al rischio igienico-sanitario aumenterà anche quello degli incendi.

Potrebbero interessarti