Ex stabilimento La Casetta a Ostia, il Tribunale: “Nessun abuso edilizio”

Nei giorni scorsi abbiamo documentato le condizioni dell’ex-stabilimento La Casetta di Ostia, sul lungomare Amerigo Vespucci, sequestrato indebitamente nel 2016 con l’accusa di abusivismo edilizio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Nei giorni scorsi abbiamo documentato le condizioni dell’ex-stabilimento La Casetta di Ostia, sul lungomare Amerigo Vespucci, sequestrato indebitamente nel 2016 con l’accusa di abusivismo edilizio e poi ridotto a un mucchio di macerie dai vandali. Ora arriva la conferma da parte della quarta sezione penale del tribunale di Roma, che ha pubblicato la sentenza con la quale assolve i concessionari “per non aver commesso il fatto”.

La Casetta: Comune e Municipio hanno preso un abbaglio

In sostanza, Comune e Municipio hanno ‘preso un abbaglio’ e adesso sono costretti a procedere al dissequestro dell’area e alla restituzione del bene. Secondo i giudici, in base agli accertamenti svolti, “emerge in modo univoco e indiscutibile che la volumetria della palazzina ristorante e della tavola calda non è stata modificata dopo la data di incameramento dei beni” da parte dello Stato. Di fatto, cioè, non vi è stato alcun ampliamento illecito negli ultimi anni.

Da capire se ora il titolare vorrà rivalersi in qualche modo nei confronti delle amministrazioni locali, magari con una maxi-richiesta di risarcimento danni.

Ti potrebbe interessare leggere anche: Ostia, ex stabilimento La Casetta: sono lontani gli anni d’oro delle feste vip

Potrebbero interessarti