Ostia, si costituisce l’investitore: denunciato per omissione di soccorso (VIDEO)

Omissione di soccorso e omicidio stradale per l’uomo che si è presentato al Distretto di Polizia dopo aver investito e ucciso il pedone in corso Regina Maria Pia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Ho avuto paura e sono scappato”. Così si è giustificato l’investitore che ieri sera, lunedì 9 novembre, si è costituito al Distretto di Polizia di Ostia: è stato denunciato per omissione di soccorso e omicidio stradale. Gli investigatori erano ormai sulle sue tracce dopo che avevano individuato l’auto con la quale aveva travolto il poveretto.

Si tratta di un 40enne, italiano, titolare di una società di servizi. Non ha precedenti giudiziari e ha motivato la sua fuga dal punto dell’investimento con il panico del momento. Sapeva di non poterla fare franca dopo che aveva letto sul nostro sito il ritrovamento dell’auto che guidava, un suv Bmw X6 parcheggiato in via Tagaste, nella zona di Ostia Ponente, distante dal luogo dell’incidente. A individuarla è stata una pattuglia della Polizia locale gruppo Roma X Mare.

Che fosse quella dell’investimento gli investigatori non avevano dubbi: la vettura aveva lo specchietto laterale destro distrutto e la fiancata danneggiata per l’impatto con il pedone. Il suv è intestato al padre.

Accompagnato dal suo avvocato, si è presentato intorno alle ore 22,00 al Distretto di Polizia di via Giuseppe Genoese Zerbi, dopo circa tre ore dall’investimento. Come previsto, l’uomo è stato sottoposto a narcotest e alcoltest risultando negativo: non era sotto effetto né di alcol né di stupefacenti.

L’uomo è stato denunciato per omicidio stradale e omissione di soccorso.

redazione@canaledieci.it

Ostia, ucciso un pedone: è caccia all’auto pirata

Potrebbero interessarti