Infernetto: discarica a cielo aperto in Via Nicolini

Infernetto: l’ultimo tratto di via Giuseppe Nicolini è divenuto una discarica  a cielo aperto. I residenti sono esasperati
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Infernetto: l’ultimo tratto di via Giuseppe Nicolini è una discarica a cielo aperto.  I residenti della zona si sono arresi alla viltà di alcuni incivili e all’immobilismo delle istituzioni.

 

Infernetto: discarica a cielo aperto in Via Nicolini. I residenti sono esasperati e chiedono le fototrappole.

Ci sono gli immancabili ingombranti e i consueti sacchi ripieni di potature, ma soprattutto tanti rifiuti comuni: qualcosa non funziona nel sistema di raccolta porta a porta dell’Infernetto. L’ultimo tratto di via Giuseppe Nicolini, all’altezza di via San Candido, è diventato la discarica non autorizzata per gli evasori della Tari e per quanti  decidono di disfarsi dei sacchetti maleodoranti che, sempre più spesso, Ama non ritira con puntualità presso le proprie abitazioni.

Poco distante, di fronte a una villetta in stato di abbandono,  da anni giacciono quelli che sembrano dei cassoni per l’acqua o per il trasporto di carburante.  anche in questo caso, nessuno si è  degnato di rimuoverli. Difficile dare torto ai residenti: l’unica soluzione praticabile probabilmente è l’installazione delle fototrappole.

 

 Leggi anche:  Ostia: ancora un siringa su una spiaggia libera. Una donna si è punta

Ostia: ancora un siringa su una spiaggia libera. Una donna si è punta

 

Giorgia Perla

Nata ad Amatrice il 19 agosto 1981 mi sono trasferita a Roma nel ‘97. Laureata dal 2007 in Editoria e Giornalismo presso la facoltà di Lettere e filosofia dell'Università LUMSA di Roma. Iscritta all'Albo dei giornalisti professionisti dal 2019. Lavoro a Canale Dieci da maggio 2004. Mi occupo per lo più di cronaca bianca, sociale e disabilità.