Ostia, pista ciclabile nel mirino: presentata una nuova denuncia

Contestata la proroga della pista ciclabile. La replica del Decimo Municipio
pista ciclabile
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Presunte violazioni della Delibera di Giunta del Decimo Municipio del 26 maggio scorso, del Codice della Strada e del Codice Penale. Con queste motivazioni il presidente di LabUr (Laboratorio di Urbanistica) ha presentato un esposto in merito alla proroga, fino al 31 gennaio, della pista ciclabile sul lungomare di Ostia.

Proroga pista ciclabile lungomare di Ostia: presentato un esposto per presunte violazioni

Ancora una volta nel mirino delle polemiche la pista ciclabile sul lungomare di Ostia. Questa volta il dibattito è stato scaturito da un esposto presentato dal presidente di LabUr, Andrea Schiavone, che per presunte violazioni avrebbe chiesto la revoca della D.D. 2316 e degli atti conseguenti oltre alla valutazione di un provvedimento disciplinare nei confronti del direttore del Decimo Municipio per aver esteso, senza alcun indirizzo politico/amministrativo, l’istituzione della pista ciclabile in via transitoria.

Schiavone, infatti, sottolinea che il Piano Strategico Gestione Balneare 2020 con cui è stata istituita la pista ciclabile in via transitoria, sarebbe stato deliberato dalla Giunta del X Municipio lo scorso 2 maggio 2020 come misura per ridurre “il rischio di contagio dei bagnanti sulle spiagge libere di Roma Capitale” durante la stagione estiva.

Essendo terminata la stagione balneare il 30 settembre, quindi, la Determinazione Dirigenziale n.2316 del 15 ottobre con cui il direttore Nicola De Bernardini, ha prorogato la pista ciclabile fino al 31 gennaio 2021, sarebbe una sua decisione “autonoma, senza alcuna estensione della Delibera di Giunta del Municipio Roma X n.9 del 26 maggio“.

Le violazioni segnalate dal presidente di LabUr sarebbero le seguenti:

  • violazione della Delibera di Giunta n.9 del 26 maggio 2020 emessa dal Municipio Roma X;
  • violazione del Codice della Strada per presenza di pista ciclabile non autorizzata;
  • violazione della c.d. fede pubblica documentale (cfr. artt. 476-493bis del codice penale) per formazione di un atto falso, avendo la Giunta del Municipio Roma X indicato l’istituzione di una pista ciclabile per la sola stagione balneare 2020

(Consulta qui l’esposto citato)

Esposto proroga pista ciclabile: la replica del Decimo Municipio

Immediata la replica del Decimo Municipio.

“La proroga è legata all’emergenza sanitaria in corso – afferma la presidente Giuliana Di Pillo – Non c’entra nulla con il termine della stagione balneare. L’ultimo provvedimento preso va di pari passo con lo spostamento dell’emergenza Covid. Infatti la prima era in vigore fino al 15 ottobre”. – conclude Di Pillo.

Ennesimo botta e risposta, quindi, su un’opera che dal primo giorno della sua realizzazione ha scatenato accesi dibattiti (leggi qui). Purtroppo, tutto lascia pensare che questo non sia l’ultimo, noi continueremo a tenervi aggiornati e informati.

Leggi anche Incidente sulla pista ciclabile di Ostia: una bambina è stata investita da un ciclista

Incidente sulla pista ciclabile di Ostia: una bambina è stata investita da un ciclista

Potrebbero interessarti