Drive-in Paolo Ferrari: ultimi appuntamenti

Con 60 giorni di proiezioni e circa 35mila spettatori all’attivo, il drive in Paolo Ferrari si appresta a chiudere la programmazione cinematografica estiva
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Drive-in Paolo Ferrari: il 17 settembre chiude la programmazione cinematografica, ma non va in vacanza. Appuntamento, infatti, venerdì 18 con un particolare spettacolo comico di Maurizio Battista.

Drive-in Paolo Ferrari: ultimi appuntamenti

Dopo il positivo esordio con sessanta giorni di proiezioni e circa 35mila spettatori all’attivo, il drive-in Paolo Ferrari di Ostia, si appresta a chiudere la programmazione cinematografica estiva.

Si termina in bellezza con diverse pellicole che hanno riscosso un grande successo ai botteghini: giovedì sarà la volta del “Traditore” di Marco Bellocchio, con la magistrale interpretazione di Pierfrancesco Favino; 11, 12 e 13 settembre, invece, sarà protagonista la Walt Disney con ‘Frozen 2‘, ‘Il Re leone‘ e ‘La bella e la bestia‘. Il 15 settembre spazio a Justin Baldoni con ‘A un metro da te‘ ed infine, il 16 e 17 settembre, sarà proiettato il film drammatico “After 2”, diretto da Roger Kumble.

Drive-in Paolo Ferrari: ultimi appuntamenti 1

Il drive in più grande d’Europa però non va in vacanza. Il giorno dopo, venerdì 18, ospiterà lo spettacolo di Maurizio Battista, dal titolo, appunto, ‘Una serata al drive-in‘. Il comico e cabarettista romano ha promesso risate e divertimento per un’esibizione rivoluzionaria e tutta da vivere.

«Nonostante le difficoltà  economiche, abbiamo scelto di dare un contributo tangibile al mondo del cinema, un segnale per ripartire tutti assieme – ha dichiarato il patron della Ci.Me. Giuseppe Ciotoli – i numeri ci hanno dato ragione e ci danno speranza di poter crescere ancora di più la prossima estate.»

 

Leggi anche: Riapertura scuole: la Regione non risponde ai dirigenti

Riapertura scuole: la Regione non risponde ai dirigenti

Potrebbero interessarti