Dragona: dai manifesti pubblicitari alle mascherine.

Un imprenditore di Dragona salva i posti di lavoro degli operai riconvertendo la produzione della sua azienda: dai manifesti pubblicitari alle mascherine
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Un imprenditore di Dragona salva i posti di lavoro degli operai riconvertendo la produzione della sua azienda: dai manifesti pubblicitari alle mascherine.

Durante l’emergenze sono molte le aziende che hanno scelto di dare un contributo concreto ai cittadini e rilanciare le attività dopo il lockdown, puntando alla riconversione delle filiere produttive per produrre mascherine. Esattamente come ha fatto quest’azienda di Dragona che che sul sito Minimegaprint, vende  le sue mascherine a prezzi onestissimi. L’azienda si trova nella zona industriale di Dragona, si accede da via di Saponara, in un edificio moderno con giardino curato all’esterno e la sigla D B sulla facciata.

Dragona: dai manifesti pubblicitari alle mascherine. Il titolare racconta: «ho ripensato il modo di lavorare per salvare i miei dipendenti»

«Siamo una piccola città della stampa – racconta Ferdinando Biancavilla Presidente DB Ingegneria dell’Immagine – in questa azienda si può fare dal biglietto da visita, alle stampe delle immagini che si vedono sui palazzi. Abbiamo sessanta lavoratori. Con l’emergenza gli ordini sono crollati, abbiamo pensato di rivedere la nostra attività. Dovevamo lavorare e le mascherine non si trovavano, abbiamo capito che avevamo dei materiali in casa e abbiamo deciso di costruirle per far lavorare i nostri dipendenti. Abbiamo studiato una forma ergonomica e abbiamo cominciato a farle. Non sappiamo quando ne usciremo fuori da un punto di vista sanitario e economico. Da imprenditore cerco di trasformare le minacce in una nuova opportunità. In questo momento la nuova opportunità è quella di  cercare le condizioni per far lavorare meglio i dipendenti.»

Una sfida, quella di questo imprenditore e dei suoi operai, che ha salvato posti di lavoro e che rappresenta al meglio l’impegno esemplare di tanti imprenditori italiani a cui, per i prossimi mesi, spetta il compito più difficile.

Potrebbe interessarti anche: Ostia: Le mascherine a 50 centesimi sono introvabili

 

 

 

 

Potrebbero interessarti