Covid-19 e Infernetto: cluster al Democrito, problemi a Cilea

Positivi sei studenti e alcuni febbricitanti su diciotto in una classe del liceo Democrito. A via Cilea la media entrerà alle 12,00 per carenza di insegnanti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Sei studenti su diciotto di una classe quinta risultati positivi e diversi altri febbricitanti in attesa dei risultati del tampone: alla succursale del liceo scientifico “Democrito” dell’Infernetto è allarme covid-19. Una epidemia che tiene a casa anche diverse prof della scuola media “F. Cilea visto che la dirigente scolastica ha dovuto posticipare l’entrata degli alunni di prima e di terza.

Situazione di disagio in due delle scuole dell’Infernetto. Il primo episodio riguarda una classe quinta della succursale del liceo scientifico “Democrito” che si trova nell’ex parrocchia San Tommaso, all’Infernetto. Negli ultimi giorni, dopo la scoperta di due positivi, gli studenti di una stessa classe si sono sottoposti al tampone dopo essere stati posti in “isolamento fiduciario”.

Alla verifica attraverso il test, con il passare dei giorni, è emerso che in totalead oggi  sono ben sei gli alunni risultati positivi su 18 studenti che compongono quella classe. Altri ancora, febbricitanti, attendono il risultato del tampone.

Le notizie non sono corrette – ribattono dall’istituto – Non possiamo aggiungere altro per rispetto della privacy degli studenti. Possiamo specificare che la scuola è sanificata e pulita costantemente, che si adotta un protocollo con livello di sicurezza elevato e che il contagio non viene dall’interno. Il nostro interesse primario è la tutela della salute dei nostri sudenti“.

Nella scuola media di via Francesco Cilea, invece, l’emergenza riguarda le professoresse. Nella giornata di domenica 18 ottobre, infatti, la dirigente scolastica ha emesso una circolare indirizzata ai genitori degli alunni segnalando che l’apertura delle lezioni di lunedì 19 sarà posticipata alle ore 12,00 (per le classi terze) e alle ore 12,10 (per le classi prime).

La decisione è stata presa per via “delle assenze di molti docenti”, per la “impossibilità di convocazione del Personale docente supplente nella giornata di domenica” e, infine, per la circostanza che “il Piano di copertura docenti, di cui dispone la Scuola, non è sufficiente a soddisfare l’esigenza rilevata nella giornata di domenica 18”.

Gli orari di uscita resteranno invariati per tutte le classi” specifica la circolare della dirigenza dell’istituto di via Cilea e ciò significa che per le prime e le terze la giornata di lunedì si esaurirà in due ore di lezione, visto che l’uscita è fissata per le ore 14,00.

Coronavirus, alla scuola media “Cilea” un’altra classe in quarantena

Potrebbero interessarti