Coronavirus, otto ragazzi tornano contagiati da una vacanza: due al Grassi di Ostia con la febbre

Il gruppo di giovani ha accusato febbre e sintomi tipici del covid-19 dopo un viaggio nell’isola di Malta. La Asl Roma 3 al lavoro per tracciare tutti i loro contatti
covid-19
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Coronavirus, sono otto i ragazzi romani tornati contagiati da una vacanza nell’isola di Malta: due di loro si sono presentati all’ospedale Grassi di Ostia con febbre alta e i sintomi tipici del covid-19. Il gruppo di giovanissimi – tutti di età compresa tra i 17 e i 19 anni – è tornato a casa, dopo un viaggio a La Valletta, il 7 agosto. Ieri la scoperta: i tamponi effettuati nel nosocomio lidense sono risultati positivi. L’allarme è scattato subito: la Asl Roma 3 ha ordinato l’isolamento di tutti i familiari e di tutti i contatti stretti del gruppo di giovani vacanzieri.

Coronavirus, allarme nella Asl Roma 3: due ragazzi si sono presentati al Grassi con la febbre

Sono tutti positivi al coronavirus i ragazzi rientrati venerdì 7 agosto da una vacanza nell’isola di Malta. Gli otto giovani sono residenti nel Decimo Municipio.

La scoperta è avvenuta dopo che due di loro si sono presentati all’ospedale Grassi di Ostia con la febbre alta. La Asl Roma 3 sta ricostruendo in queste ore tutti i contatti avuti dai giovani, sia durante il viaggio sia dopo il ritorno a casa.

coronavirus

Sotto accusa la movida: i ragazzi durante il viaggio hanno partecipato a una festa, senza preoccuparsi di mascherine e precauzioni anti contagio.

Poche ore dopo essere tornati a casa, la sera di venerdì 7 agosto i giovani si sono ritrovati in piazza Anco Marzio, a Ostia. Ancora non consapevoli di essere positivi al coronavirus, i ragazzi si sono fermati per un drink e una passeggiata.

Il giorno successivo, sabato 8 agosto, due di loro si sono presentati all’ospedale Grassi con febbre alta, congiuntivite e altri sintomi tipici del covid-19. A risultare contagiato ai tamponi è stato l’intero gruppo.

I familiari e gli altri contatti stretti sono stati identificati e messi in isolamento. Sono stati comunicati al Seresmi i voli tra Fiumicino-Malta e i locali frequentati a Malta”, fa sapere l’assessore alla Sanità del Lazio D’Amato.

“Uno dei ragazzi della comitiva di Malta, che era rientrato a Roma in anticipo il 3 agosto, è stato rintracciato a Trento in vacanza con la famiglia. È stato messo in isolamento in albergo”, sottolinea D’Amato.

coronavirus

“Voglio rivolgere un appello ai ragazzi a fare molta attenzione. Con il coronavirus non c’è da scherzare, si rischia di mettere a repentaglio voi e i vostri affetti più cari”, commenta in proposito l’assessore.

Ci attendiamo un aumento dei casi. Massima attenzione al rispetto delle misure di prevenzione: non bisogna abbassare la guardia”, conclude D’Amato.

Sempre la Asl Roma 3 rende nota la scoperta di un altro ragazzo risultato positivo al ritorno da Ibiza. Il giovane è rientrato il 31 luglio dall’isola, dove aveva alloggiato in una villa con amici. È stato avviato il contact tracing internazionale.

Leggi anche: Vaccino, il ministro Speranza: “Prime dosi a fine anno”

Vaccino, il ministro Speranza: “Prime dosi a fine anno”

Potrebbero interessarti