Ostia: la piaga dei cassonetti distrutti dalle fiamme e mai sostituiti

Purtroppo il fenomeno dei cassonetti incendiati è ricominciato come prima della pandemia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Dopo due mesi non sono stati ancora sostituiti i cassonetti distrutti dalle fiamme in Viale dei Romagnoli, all’altezza di Via delle Aleutine, ad Ostia.

Cassonetti distrutti e mai sostituiti in Viale dei Romagnoli ad Ostia: sono passati due mesi dal rogo

Ad agosto scorso ben quattro erano stati avvolti dalle fiamme in Viale Dei Romagnoli, all’altezza di Via delle Aleutine, ad Ostia. Anche alcune automobili parcheggiate nelle vicinanze furono distrutte dal fuoco. A distanza di quasi due mesi, i raccoglitori rimossi perchè ormai inutilizzabili, non sono stati ancora sostituiti e oggi i residenti della zona non sanno dove gettare la spazzatura.

Ostia: il fenomeno dei raccoglitori incendiati non si ferma

Purtroppo il fenomeno dei secchioni incendiati è ricominciato come prima della pandemia. Anche l’altra notte ben quattro raccoglitori sono andati a fuoco in diverse strade di Ostia. I cittadini puntano il dito contro l’amministrazione che non corre ai ripari installando fototrappole o prendendo altri provvedimenti.

“Sono atti gravemente dannosi per l’ambiente e per la salute delle persone – ha dichiarato l’amministratore unico di Ama Stefano Zaghis – dopo il lockdown in cui questo fenomeno era praticamente scomparso purtroppo sulle strade della città sono progressivamente ricomparsi i piromani. Al danno ambientale e alle inevitabili ripercussioni sul servizio si somma l’aggravio economico che ricade inevitabilmente su tutta la collettività”. – conclude Zaghis.

Servizio di Francesca Del Mastro

Leggi anche Ostia: ancora cassonetti in fiamme

Ostia: ancora cassonetti in fiamme

Potrebbero interessarti