Arte Urbana all’Oasi Lipu e al Centro Sociale Anziani di Ostia

Studenti e cittadini del Decimo Municipio, dagli undici ai 60 anni, hanno scelto e dipinto alcuni simboli di Ostia sulle pareti di ingresso dell’ “Oasi Lipu” e del “Centro Sociale Anziani” di Piazza Ronca
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Arte urbana a Ostia. Studenti e cittadini del Decimo Municipio, dagli undici ai 60 anni, hanno scelto e dipinto alcuni simboli del litorale sulle pareti di ingresso dell’ “Oasi Lipu” e del “Centro Sociale Anziani” di Piazza Ronca.

Sono i partecipanti al workshop di urban art, condotto da Mirko Pierri, e realizzato nell’ambito del progetto “Ostia Up!”, tra i vincitori del bando “Cultura Futuro Urbano” finanziato dal Mibact.

Arte urbana: l’obiettivo dell’iniziativa

I due siti murari sono stati scelti per la collocazione rispettivamente a ponente e a levante. Il fine dell’iniziativa è infatti approfondire, studiare e divulgare le peculiarità delle due aree. Gli artisti hanno lavorato fianco a fianco, producendo precedentemente le bozze a distanza durante il lockdown. Ogni corsista, durante gli incontri previsti su piattaforma digitale, ha proposto luoghi simbolo di Ostia.

“Abbiamo voluto sfruttare al meglio le potenzialità di tutti gli strumenti che avevamo a disposizione per procedere con il percorso già programmato prima della chiusura del paese – ha spiegato Mirko Pierri – abbiamo sfidato il pericolo isolamento causato dall’emergenza covid-19, organizzando la progettazione delle opere a distanza e, appena è stato possibile, ci siamo incontrati in presenza per dipingere.

E’ stato emozionante conoscersi di persona la prima volta, perché molti di noi non si erano mai visti prima. Il workshop ha stimolato una forte reazione dei partecipanti che si sono attivati per il proprio quartiere realizzando due murales collettivi frutto della cooperazione, dello studio del territorio e degli scambi di conoscenze personali sul luogo che abitano, per renderlo fruibile a tutti, raccontarlo e valorizzarlo”, ha concluso Pierri.

Ti potrebbe interessare leggere anche: Ostia: il porto turistico è nel degrado

Potrebbero interessarti