Acilia: 10 cassonetti per 42 famiglie. Protestano i residenti di Via delle Alghe

Alle 42 famiglie di una palazzina Ater di Acilia sono stati destinati appena 10 cassonetti. Questo si traduce in un sovraccarico di rifiuti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Cumuli di rifiuti in Via delle Alghe, ad Acilia. I cassonetti non sono sufficienti a soddisfare le esigenze di una palazzina in cui vivono quarantadue famiglie.

Cumuli di rifiuti in Via delle Alghe ad Acilia

Sono esasperati i residenti di Via delle Alghe, ad Acilia. Alle 42 famiglie di una palazzina Ater sono stati destinati appena dieci cassonetti. Questo si traduce in un sovraccarico di rifiuti, un odore pestilenziale, una raccolta differenziata poco scrupolosa e, non da ultimo, una grande rabbia dei cittadini.

La situazione è gravissima.  – afferma un residente – Adesso è inverno e va tutto bene, ma d’estate qui l’odore è tremendo. I cassonetti sono pochi e si mischia tutto quanto. Gli operatori ecologici o non riescono a prendere l’immondizia o caricano tutto insieme. E’ inutile fare la differenziata se poi arrivano e portano via tutto quanto insieme. Abbiamo fatto una raccolta firme e siamo andati all’Ama di Ostia Antica per effettuare la denuncia, ma è passato quasi un anno e la situazione è sempre la stessa“. – conclude.

Inoltre, essendo posizionati a bordo strada, i cassonetti vengono utilizzati anche persone esterne al condominio.

Ci sono persone  – aggiunge un’altra condomina – che la mattina parcheggiano la macchina e vanno alla stazione. Aprono i cofani, prendono l’immondizia, la buttano e se ne vanno a lavoro. Questa cosa non è possibile“.

Con l’arrivo dell’estate torneranno gli uccelli e i topi che rompono le buste.  – afferma una residente – Poi non capisco perchè i ‘signori delle ville’ vengano a buttare l’immondizia qui, è inaccettabile“.

Sono diverse le richieste che i residenti fanno ai dirigenti Ama: innanzitutto aumentare il numero dei cassonetti a disposizione e trovare per loro una nuova collocazione.

Leggi anche: “Ostia: ‘Le strade sono più pulite’, sottolineano stupiti i cittadini

Potrebbero interessarti