Acilia, finisce il “grande freddo” nelle case popolari

Consegnata e in via di montaggio la nuova caldaia per le palazzine di via Galli. Lavori contro il freddo anche in via Signorini e via Morelli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Finirà il “grande freddo” nelle case popolari comunali di Acilia San Giorgio? Se lo chiedono i residenti delle palazzine di via Alberto Galli dopo la consegna di una caldaia nuova di zecca destinata a servire un centinaio di famiglie suddivise in 14 edifici.

La prima caldaia servirà gli impianti di riscaldamento dei civici 20 e 28 di via Alberto Galli. Nelle prossime settimane si annunciano nuove consegne anche per gli stabili di via Telemaco Signorini e via Domenico Morelli. Si tratta di tutte case comunali che negli anni passati sono rimaste al freddo anche con temperature polari.

Gli interventi seguono le insistenti proteste dei residenti riuniti nel Comitato Difendiamo Acilia. “Siamo riusciti ad ottenere un grande risultato – commenta il portavoce del comitato, Alessandro AguzzettiOra, per evitare che questo sforzo resti vano, chiederemo che venga effettuata una attenta verifica alle tubazioni prima dell’accensione. Dopo anni siamo riusciti ad ottenere un risultato che nessuno era mai riuscito ad ottenere e di questo ne siamo orgogliosi”.

Acilia, finisce il “grande freddo” nelle case popolari 1
Gli operai scaricano la nuova caldaia destinata a riscaldare le abitazioni di via Alberto Galli 20 e 28

La preoccupazione del Comitato e dei residenti, infatti, è che la sostituzione delle caldaie guaste non sia sufficiente ad assicurare il corretto riscaldamento in impianti dai tubi marciscenti e dall’assenza di termostati funzionanti. “Le tubazioni sono fradicie – lamenta Monicae in passato si passava dal gelo polare al caldo asfissiante perché non ci sono i termostati che si regolano rispetto alla temperatura dell’ambiente”.

Potrebbero interessarti