Calafiori: il primo gol con la Roma fa commuovere gli amici di Valcanneto

calafiori
Foto Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse 01/08/2020 Torino (Italia) Sport Calcio Juventus-Roma Campionato Italiano Serie A TIM 2019/2020 - Allianz Stadium Nella foto: Riccardo Calafiori Photo Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse 01/08/2020 Turin (Italy) Sport Soccer Juventus-Roma Italian Football Championship League Serie A Tim 2019/2020 - Allianz Stadium In the pic: Riccardo Calafiori

Riccardo Calafiori, il talento dell’AS Roma in rete per la prima volta con i giallorossi, ha fatto commuovere tutti gli amici e tifosi di Valcanneto che lo seguono da quando era un bambino e giocava tra le strade della località. Sui social sono stati tantissimi i messaggi di congratulazioni per il terzino sinistro.

LEGGI QUI per scoprire la storia di Riccardo Calafiori.

Primo gol con la Roma per Calafiori

A Valcanneto, ieri sera, erano tutti incollati al televisore per vedere Riccardo Calafiori, il calciatore della Roma che ha siglato il primo gol della sua carriera con la maglia giallorossa, contribuendo al successo contro lo Young Boys nel match che è valso la qualificazione al prossimo turno di Europa League.

Una staffilata potente di controbalzo che si è infilata sotto al sette per il momentaneo 2-1 a favore della squadra di casa. Ha avuto la sua occasione e non se l’è fatta scappare siglando la rete con il suo piede più forte: il sinistro. Fonseca gli ha dato fiducia schierandolo dal primo minuto al posto di Spinazzola e il numero 61 lo ha ripagato con una prestazione di altissimo livello, coronata da una rete capolavoro.

Il gioiello capitolino, 18 anni lo scorso maggio, è molto legato alla frazione caerite di Valcanneto, dove ha vissuto parte della sua infanzia.

Uno stralcio dell’intervista post gara dal Canale Youtube ufficiale dell’AS Roma

In quella che era chiamata “l’Olgiata dell’Etruria”, ci sono familiari e amici, ancora molto legati a Calafiori.

“Siamo orgogliosi di vedere Riccardo alla Roma e ieri, con il suo gol, ci sono venuti i brividi. – racconta Marco Cacciamani, volto noto nel panorama sportivo del territorio e non solo – Conosco la mamma, sono persone eccezionali, come lo è Riccardo. Lo ricordo da bambino: riservato, educato e promettente. Per noi di Valcanneto è motivo di orgoglio sapere che un ragazzo legato alla nostra località sia arrivato così in alto“. 

A Valcanneto non vedono l’ora di rivedere Riccardo in quelle strade nelle quali da bambino davi i primi calci al pallone e “sognava di diventare un campione“.

Leggi anche Maxi sequestro di Marijuana in un’azienda agricola che coltivava “erba light”

Maxi sequestro di Marijuana in un’azienda agricola che coltivava “erba light”