Vaccini antinfluenzali introvabili, la Regione: “Non è colpa nostra”

I colossi farmaceutici che si sono aggiudicati la gara per la fornitura non riescono a produrre dosi sufficienti. L’Unità di Crisi: “Difficoltà produttive a livello mondiale”
vaccino
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Vaccini antinfluenzali, i colossi farmaceutici che si sono aggiudicati la gara regionale non riescono a sostenere la produzione in quantità sufficienti. I vaccini Vaxigrip Tetra, Fluad e Flucelvax Tetra sono attualmente nella lista dei farmaci carenti in Italia stilata dall’Aifa, l’Agenzia Italiana del farmaco.

Vaccini antinfluenzali: “Ritardo nella fornitura dovuto a difficoltà produttive a livello mondiale”

Fondamentale aiuto nel gestire la pandemia da covid-19, i vaccini al momento sono introvabili. “L’eccezionale aumento di richiesta di vaccino antinfluenzale in Italia ha fatto sì che la domanda sia al momento nettamente superiore alla disponibilità dello stesso”, spiega l’Unità di Crisi del Lazio.

vaccini
Vaccini antinfluenzali: i colossi farmaceutici non riescono a sostenere la produzione in quantità sufficienti

La produzione delle dosi di vaccino dunque è al di sotto della quantità necessaria. “Malgrado le aziende produttrici abbiano preventivamente incrementato la produzione di vaccino, ciò non è bastato” a fornire le dosi sufficienti, almeno per ora, fa sapere la Regione in una nota.

“La domanda crescente non ha permesso alle aziende produttrici che hanno vinto la gara di riuscire a soddisfare tutte le necessità da parte delle ASL, per cui nelle ultime settimane non sono riusciti a rispettare le richieste sempre crescenti delle Aziende Sanitarie”, sottolinea la Regione.

“Le difficoltà produttive a livello mondiale della grande quantità di dosi di vaccino stanno dunque causando diversi ritardi nella distribuzione delle dosi, ma questo non comprometterà in alcun modo l’importante campagna di vaccinazione”, prosegue la nota.

Il Lazio è stata la prima Regione Italiana “ad avviare la gara per l’acquisto di 2,4 milioni di dosi di vaccino, e di queste già oltre un milione sono state distribuite e effettuate. Le aziende si sono impegnate a fornire un quadro maggiormente dettagliato a inizio settimana sulle prossime forniture”, conclude l’Unità di Crisi.

redazione@canaledieci.it

Leggi anche: Vaccino anti-covid, il commissario straordinario Arcuri: “In Italia a fine gennaio”

Vaccino, il commissario straordinario Arcuri: “In Italia a fine gennaio”

Potrebbero interessarti