Donald Trump annuncia: abbiamo un’arma nucleare mai vista nel mondo

Nuove rivelazioni del presidente americano, che ammette: “Il coronavirus mortale e pericolosissimo, ho minimizzato per non creare il panico”
trump
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump rivela: “Abbiamo una nuova, incredibile arma nucleare segreta, di una potenza mai vista”. Le parole del capo di Stato americano sono state registrate e riportate dal celebre giornalista americano Bob Woodward. Il reporter del Washington Post, che scoperchiò lo scandalo Watergate costringendo Nixon alle dimissioni, è tornato a far tremare la Casa Bianca.

Trump nella bufera: “Ho sminuito la pericolosità del virus per non spaventare i cittadini”

“Ho costruito un’arma nucleare incredibilmente potente – un sistema di atomiche che nessuno ha mai avuto prima in questo Paese. Abbiamo cose che che nessuno ha mai visto prima, e di cui Putin e Xi (il presidente russo Vladimir Putin e il presidente della Cina Xi Jin Ping, ndr) non hanno mai neanche sentito parlare”, sottolinea Trump, nel corso della conversazione – tutta registrata – con Woodward.

trump

“Quello che abbiamo è incredibile”, afferma ancora il capo della Casa Bianca.

Parole – riportate dal Washington Post, e riprese su diversi media statunitensi – che sono come benzina sul fuoco delle polemiche scatenate ieri dalle affermazioni del presidente Usa sul covid-19.

Questo virus è roba grave, mortale: si trasmette attraverso l’aria e il contagio avviene semplicemente respirando: è molto, molto più pericoloso degli altri virus influenzali”, aveva dichiarato Trump a febbraio, quando invece in pubblico minimizzava la gravità e la portata del pericolo. Frase, anche questa, registrata da Woodward e pubblicata sul Washington Post, che ha ottenuto gli estratti del nuovo libro firmato dal reporter.

“Ho parlato di rischio inesistente in relazione al virus per non spaventare gli americani. E preferisco ancora sminuire, perché non voglio creare panico”, ammette ancora il presidente statunitense.

A fine gennaio dunque, come dimostrano le registrazioni pubblicate da Woodward, il capo della Casa Bianca sapeva perfettamente a cosa sarebbero andati incontro gli americani.

Per mesi, però, Trump ha parlato di un virus poco più di una semplice influenza, ridicolizzando chi faceva appelli per un ricorso massivo alle mascherine. E, accusano i democratici Usa, non ha predisposto alcun tipo di piano o intervento su larga scala per frenare il contagio o aumentare i posti in terapia intensiva. Bilancio: 190.000 gli americani deceduti, finora, a causa del coronavirus.

Ora la nuova rivelazione – un’arma atomica mai vista prima sulla faccia della Terra – è destinata a scatenare nuove polemiche.

Tra i democratici c’è chi parla di aperta violazione dei trattati sulla non proliferazione, chi parla di Trump come di un pericolo per il Pianeta, e chi mette in luce come abbia rivelato al mondo segreti che incidono sulla sicurezza nazionale Usa.

Leggi anche: Navalny, scoperte tracce di veleno nel sangue dell’oppositore di Putin

Navalny, scoperte tracce di veleno nel sangue dell’oppositore di Putin

Potrebbero interessarti