Strage in discoteca, per la banda dello spray condanne da 10 e 12 anni

Cinque adolescenti e una mamma morirono nella calca provocata dallo spray al peperoncino, spruzzato all’interno della discoteca Lanterna Azzurra
strage
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

I sei imputati del processo per la strage della discoteca di Corinaldo sono stati tutti condannati a pene comprese tra i 10 e i 12 anni di carcere. Il giudice per l’udienza preliminare ha ritenuto gli esponenti della banda dello spray colpevoli di omicidio preterintenzionale. La notte tra il 7 e l’8 dicembre 2018 i sei elementi della banda, rei confessi, spruzzarono lo spray tra la folla all’interno della discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, per rubare catenine e oggetti preziosi. Nella calca morirono schiacciati cinque adolescenti e una mamma.

Strage di Corinaldo, condannati a 10 e 12 anni di carcere i sei esponenti della banda dello spray

Il tribunale di Ancona ha condannato a pene comprese tra i 10 e i 12 anni e quattro mesi di carcere la “banda dello spray”.

La sera tra il 7 e l’8 dicembre 2018 il gruppo di sei giovani originari del modenese spruzzò lo spray al peperoncino all’interno dei locali della discoteca Lanterna Azzurra, a Corinaldo, affollati di giovanissimi accorsi da tutta la regione per assistere a un concerto di Sfera Ebbasta.

Scopo del gesto: mettere a segno furti di catenine e oggetti preziosi. Il risultato invece fu una strage: nella calca provocata dal panico che seguì l’azione della banda cinque adolescenti e una mamma 39enne morirono nella calca.

strage

La sentenza è stata emessa in abbreviato dal Giudice per l’udienza preliminare, Paola Moscaroli. Confermato l’omicidio preterintenzionale, esclusa invece l’accusa di associazione a delinquere.

A conclusione del processo, celebrato con il rito abbreviato, il Gup ha inflitto a Ugo di Puorto e Raffaele Mormone 12 anni e 4 mesi, ad Andrea Cavallari 11 anni e 6 mesi, Moez Akari 11 anni e 2 mesi, Souhaib Haddada 10 anni e 11 mesi e infine Badr Amouiyah 10 anni e 5 mesi.

Leggi anche: Fontana indagato, i 25mila camici mancanti scoperti all’interno della ditta del cognato

Fontana indagato, i 25mila camici mancanti scoperti all’interno della ditta del cognato

Potrebbero interessarti