Spiagge di Ostia, il Comune approva il Piano Strategico 2020. Arriva la App per gestire gli ingressi

Da venerdì 29 pedonalizzato il Lungomare di Ostia. Le spiagge libere saranno divise in aree di 25 metri quadri. Accessi regolati da steward
Spiagge
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Spiagge di Ostia: presentato oggi in conferenza stampa al Campidoglio il Piano Strategico 2020. La sindaca di Roma Virginia Raggi ha esposto le linee guida approvate dal Comune di Roma per gestire la stagione balneare, al via da venerdì 29 maggio.

Per scegliere le spiagge i bagnanti potranno usufruire della App Seapass

Fase 2 sì, ma sotto l’ombrellone. Nonostante i cambiamenti imposti dal Covid-19, da venerdì si potrà tornare a tuffarsi nel mare di Ostia, e soprattutto a fare vita di spiaggia, prendere la tintarella e rilassarsi sul lettino.
Per regolare l’afflusso dei bagnanti sui 18 chilometri di arenili del Comune di Roma, che si estendono da Ostia città fino a Castel Porziano e Capocotta, la sindaca Raggi ha approvato oggi una serie di misure finalizzate ad evitare assembramenti e possibili contagi: spiagge libere divise in aree da 25 metri quadri, in cui potranno accedere fino a 6 persone, con controlli agli ingressi garantiti da steward professionisti. E, soprattutto, uno strumento innovativo: la nuovissima App “Seapass – Il mare di Roma”, grazie alla quale i cittadini potranno monitorare lo stato di affollamento degli arenili.
“Oggi presentiamo il Piano Strategico Stagione Balneare 2020. A causa dell’emergenza Covid-19 abbiamo messo in campo una serie di azioni e misure che consentiranno il libero accesso ai cittadini garantendo la sicurezza sulle spiagge del litorale di Roma”, dichiara la Raggi in conferenza stampa.
Spiagge

Lungomare di Ostia pedonalizzato

I cittadini potranno godere di un Lungomare pedonalizzato, con aree di sosta ombreggiate. “Tutti coloro che non andranno in spiaggia potranno passeggiare sul Lungomare, usare la bicicletta o fermarsi sulle panchine dotate di strutture ombreggianti”, aggiunge la Sindaca.
Ma l’applicazione “Seapass – Il Mare di Roma”, per cellulari e tablet, è il punto forza del Piano Balneare 2020. “Aiuterà i romani a godere delle spiagge in sicurezza e senza stress”, ha sottolineato Raggi. Alla conferenza stampa hanno partecipato la mini-sindaca del Municipio X Giuliana Di Pillo e l’ex capogruppo capitolino del M5S Paolo Ferrara.

“Abbiamo lavorato a questo Piano per garantire ai tanti bagnanti che ogni anno si recano sul litorale romano la possibilità di trascorrere un’estate in totale sicurezza. Oltre alle spiagge abbiamo voluto riorganizzare anche il lungomare di Ostia: pedonalizzeremo circa 4 chilometri e realizzeremo una pista ciclabile”, spiega la presidente del X Municipio, Giuliana Di Pillo.

“In spiaggia – sottolinea la sindaca – ci saranno delle persone che controlleranno i 22 accessi, suddivisi in tre settori: Castel Porziano e Capocotta; Ostia centro; Ostia Ponente. Ogni settore conterrà più spiagge, e ogni spiaggia conterrà uno o più varchi. I varchi saranno presidiati da un operatore che controllerà sia le persone in entrata che in uscita e si occuperà di inserire su un palmare i dati delle presenze in tempo reale”. L’Amministrazione Capitolina, spiega la Raggi, “sta installando delle paline in legno, colorate in bianco e rosso, che indicheranno dove stazionare e lo spazio disponibile nelle spiagge. Ogni palina garantirà l’utilizzo di uno spazio di 25 mq e potrà contenere al massimo 6 persone.

Spiagge

Per assicurare il rispetto del distanziamento fisico verranno inoltre effettuate verifiche da controllori, alcuni dei quali a bordo di un Quad, che percorreranno le spiagge e il litorale, dal Porto Turistico di Roma alle spiagge di Capocotta, impedendo eventuali assembramenti sull’arenile”, conclude la prima cittadina di Roma.

https://canaledieci.it/news/x-municipio/tutti-al-mare-ostia/
Potrebbero interessarti