Tutti a scuola, inizio senza problemi. Mattarella: “Ci troviamo di fronte a una sfida decisiva”

Il Presidente della Repubblica inaugura l’anno scolastico a Vo’: “La scuola serve a formare cittadini consapevoli, a sconfiggere l’ignoranza con la conoscenza, a frenare le paure con la cultura”
scuola
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Inizia la scuola. Di nuovo sui banchi, di nuovo in classe: per la prima volta dopo sei lunghissimi mesi, in cui la pandemia ha cambiato le vite di tutti, gli studenti si ritrovano tutti insieme. Niente abbracci, ma in questo primo giorno di lezione i bambini, i ragazzi, i giovani hanno riconquistato un pezzo di normalità. “Voglio augurare un buon inizio ai piccoli delle nostre scuole dell’infanzia, ai bambini e ai ragazzi delle scuole statali, agli insegnanti, alle famiglie”, dichiara l’assessora alla Scuola del comune di Roma, Veronica Mammì.

Suona la campanella, gli studenti tornano a scuola senza intoppi né criticità. Mattarella: “Una ripartenza per l’intera società”

“L’inaugurazione dell’anno scolastico, mai come in questa occasione, ha il valore e il significato di una ripartenza per l’intera società”, sottolinea il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, durante la cerimonia per la ripresa delle lezioni a Vo’ Euganeo.

scuola

“Lo avvertono i ragazzi, lo comprendono gli adulti e le istituzioni. Ci troviamo di fronte a una sfida decisiva“, prosegue il Capo dello Stato.

“Cercheremo di trarre insegnamento dagli eventi eccezionali e drammatici che hanno coinvolto tutti i Continenti, e che ci tengono ancora impegnati, richiedendoci responsabilità e prudenza”, prosegue Mattarella. “La scuola serve anche a questo: a formare cittadini consapevoli, a sconfiggere l’ignoranza con la conoscenza, a frenare le paure con la cultura, a condividere le responsabilità“.

scuola

“Dopo mesi di impegno, oggi è una giornata storica per la nostra Comunità. Dobbiamo essere consapevoli che l’inizio di quest’anno richiede attenzione, collaborazione e impegno costante a tutti i livelli da parte di ciascuno“, afferma l’assessora capitolina Mammì.

L’Atac riferisce in una nota che la prima mattinata di servizio del trasporto pubblico nel giorno della riapertura delle scuole “si è svolta regolarmente sia in superficie che in metropolitana, non riscontrando criticità”. Nota dolente, però, due fermate della Linea A chiuse, Furio Camillo e Ponte Lungo.

“In superficie sono state realizzate tutte le corse previste lungo le linee scolastiche, grazie anche all’utilizzo per il servizio delle nuove 70 vetture arrivate in questi ultimi giorni che hanno abbattuto notevolmente le segnalazioni di guasto”, fa sapere l’azienda dei trasporti capitolina.

Leggi anche: Primo giorno di scuola: il bilancio nei plessi di Ostia e Fiumicino

Primo giorno di scuola: il bilancio nei plessi di Ostia e Fiumicino

Potrebbero interessarti