Salvini contestato a Torre del Greco durante un comizio elettorale

Il leader della Lega sommerso dai fischi e dalle urla dei contestatori: costretto a lasciare il palco dopo pochi minuti e a risalire in macchina
salvini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Centinaia di persone hanno contestato il leader della Lega Matteo Salvini, intervenuto oggi a un comizio elettorale a Torre del Greco, in provincia di Napoli. Il segretario del Carroccio, sommerso dai fischi, dalle urla e da un fitto lancio di pomodori è tornato in fretta sui suoi passi, risalendo a bordo della sua auto.

Fischi e pomodori per Salvini, costretto a interrompere un comizio elettorale

Sono circa un migliaio i giovani e gli anziani che hanno deciso di contestare con fischietti e slogan il comizio di Salvini a Torre del Greco.

salvini

Il capo della Lega sale sul palco, inizia il discorso. Pochi minuti e le sue parole vengono sommerse dalle urla. “Razzista, razzista”, grida il pubblico. Poi il lancio dei pomodori.

“Se qui ci fossero De Luca, o De Magistris, o Renzi a quest’ora sareste a passeggio o a fare la spesa”, risponde Salvini, rivolgendosi al pubblico. “Siete gli amichetti del governatore che ha rovinato la Campania. E invece di fare altro per i cittadini le forze dell’ordine sono costrette a stare qui”, attacca.

Ma i fischi e le grida di disapprovazione aumentano, e così il segretario del Carroccio preferisce andar via. Risale di corsa in macchina, protetto dalla sua scorta, e lascia Torre del Greco, alla volta di Napoli.

Nella città partenopea è previsto a minuti un secondo comizio elettorale di chiusura, in piazza Matteotti. Per Salvini, però, potrebbe significare il ripetersi della stessa scena. I suoi addetti alla campagna elettorale temono uno scenario identico: a poca distanza dal palco è previsto un presidio del Movimento Antirazzista.

Nel frattempo in rete e sui social esplodono i commenti ironici e le prese di posizione degli utenti: l’hashtag #salvinipomodori va in tendenza su Twitter. “‘Vesuvio lavali con il fuoco’: ciò che semini raccogli“, cinguetta ad esempio un commentatore.

Lancio di pomodori all’arrivo di #Salvini a #TorreDelGreco. Non era una contestazione ma un invito ad una dieta più equilibrata“, commenta un altro.

“Chi lancia pomodori è un incivile, ha detto Salvini, che nel 1999 è stato condannato per lancio di uova contro D’Alema“, è il tweet di un’altra utente del social.

Leggi anche: Bonus da 300 euro per chi paga con carte e bancomat

Bonus da 300 euro per chi paga con carte e bancomat

Potrebbero interessarti