Solo Vigili palestrati per il comune di Roma

Pubblicato il nuovo bando di concorso per l’assunzione di 500 agenti della Polizia Locale: la Giunta 5 Stelle vuole Vigili urbani in perfetta forma. Per superare le prove bisogna essere atleti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Basta Vigili Urbani con la pancetta. In vista delle nuove assunzioni nella Polizia Locale la sindaca Virginia Raggi ha dato disposizioni ben precise: i nuovi entrati dovranno essere in perfetta forma. Di più: atleti, sostanzialmente. Sì, perché nel nuovo bando di concorso pubblicato dal Campidoglio sono previste una serie di esami per il superamento delle prove selettive. Che non riguardano la conoscenza delle leggi, dei regolamenti comunali o del codice della strada: si tratta di vere e proprie gare di atletica.

Prestanti e atletici: così il Campidoglio ha deciso che dovranno essere i vigili urbani. Abolite pancette e chili di troppo

Salto in alto, corsa degli 800 metri, flessioni. Questi gli esami che gli aspiranti agenti della Polizia Locale dovranno superare per essere ammessi agli orali.

Per superare il concorso da 500 posti messo a bando dal Comune di Roma, insomma, bisogna essere maratoneti provetti. Anzi, esperti di triathlon: perché non si tratta di superare test con livelli atletici normali. I candidati vigili dovranno volare sopra un ostacolo di 105 centimetri, correre per 800 metri in massimo 4 minuti, fare 15 piegamenti sulle braccia senza fermarsi (qui il bando integrale).

vigili

E per le candidate donne non va molto meglio: “Corsa di 800 metri da compiersi nel tempo massimo di 5 minuti; salto in alto di una altezza di 90 centimetri da superarsi in un massimo di tre tentativi; 7 piegamenti sulle braccia continuativi”, recita il bando.

Se le prove fisiche non vengono superate, i candidati non saranno ammessi all’orale e verranno esclusi dal concorso. “Il mancato superamento anche di una delle tre attività sopra descritte – sottolinea il bando – comporterà la non ammissione dell’aspirante al prosieguo del procedimento selettivo”. Con 14 piegamenti o un salto non perfettamente riuscito, dunque, niente distintivo.

Per iscriversi al concorso, a quella che si presenta a tutti gli effetti come una gara di atletica, c’è tempo fino al 21 settembre, accedendo alla piattaforma web statale Formez riservata ai concorsi RIPAM (qui il link).

Leggi anche: Roma, il gruppo 5 Stelle del I Municipio si auto-elimina: macigno per la sindaca Raggi

Roma, il gruppo 5 Stelle del I Municipio si auto-elimina: macigno per la sindaca Raggi

Potrebbero interessarti