Dalla Regione tre milioni per assunzioni e cooperative sociali

L'assessora alle Politiche Sociali Troncarelli: "“La Regione continua ad investire nel sostegno delle cooperative sociali perché riconosce la loro attività di promozione umana"

regione

Sostegno alle cooperative sociali e all’occupazione delle persone svantaggiate: questo l’obiettivo del nuovo intervento stabilito dalla Regione Lazio, che ha pubblicato un bando da 3 milioni di euro per favorire l’inclusione sociale dei soggetti più fragili. Ogni progetto potrà avere una soglia massima di 100mila euro.

“Con questo intervento vogliamo incentivare nuove opportunità di inclusione sociale a favore delle persone più fragili affinché abbiano sempre più un ruolo di partecipazione attiva nella società”, spiega l’assessora regionale alle Politiche sociali, Alessandra Troncarelli.

Sul sito della Regione Lazio è già presente il bando e il portale attraverso cui partecipare all’iniziativa è a disposizione dei cittadini (clicca qui).

 

regione

“La Regione continua ad investire nello sviluppo e sostegno delle cooperative sociali“, aggiunge Troncarelli, “perché riconosce la loro attività di promozione umana e di integrazione sociale con particolare riferimento alle persone vulnerabili”.

I progetti, la cui attività deve necessariamente svolgersi nel territorio regionale, devono prevedere la realizzazione interventi che riguardino: l’incremento di categorie svantaggiate inserite a tempo pieno in qualità di lavoratori e/o di soci lavoratori; il miglioramento della qualità dei servizi resi, anche attraverso il riconoscimento di certificazione conforme alle direttive dell’Unione europea nel settore socio-sanitario, assistenziale ed educativo.

E poi la realizzazione di attività integrate finalizzate alla sperimentazione di nuovi modelli organizzativi e all’acquisizione di capacità lavorative di persone svantaggiate che operano in qualità di lavoratori o di soci; l’adeguamento del posto di lavoro alle esigenze delle persone svantaggiate.

Per la realizzazione delle iniziative possono essere coinvolti, a titolo gratuito, enti pubblici, anche locali, ed privati, compresi anche i soggetti non appartenenti al Terzo settore, come le imprese. Le domande dovranno essere presentate entro e non oltre le ore 16:00 del 22 febbraio 2021.

redazione@canaledieci.it

Leggi anche: Italia al secondo posto in UE per vaccinazioni effettuate

Italia al secondo posto in UE per vaccinazioni effettuate