Polizia Locale esclusa dai test sierologici preventivi: la delibera regionale non menziona i vigili

La Polizia Locale è l’unico corpo escluso dalla delibera regionale sui test sierologici preventivi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Sono in prima linea dall’inizio della pandemia – soprattutto nei controlli per accertare il rispetto delle norme sul contrasto al Coronavirus – ma la disparità di trattamento rispetto agli altri operatori della sicurezza, di fatto, è stata certificata. La delibera regionale sui test sierologici preventivi al personale sanitario e alle forze dell’ordine – allargata a vigili del fuoco, guardia costiera e militari impiegati nel servizio “Strade Sicure” – non menziona gli agenti della Polizia Locale.

Polizia Locale, Di Maggio: “E’ vergognoso il contenuto della delibera regionale”

La reazione del comandante romano Antonio Di Maggio è durissima: “Ritengo vergognoso il contenuto della delibera – ha dichiarato – da un anno lavoro senza percepire alcun compenso e non esiterò a destinare parte della mia pensione per far eseguire i test necessari a tutti gli appartenenti del corpo presso laboratori o strutture private. A questo punto – ha concluso Di Maggio – riterrò priva di credibilità qualunque smentita o promessa da parte della Regione, a meno che entro la prossima settimana non arrivi un provvedimento certo con le date dei prelievi.”

polizia locale

UGL Polizia Locale, Milani: “E’ l’ennesimo schiaffo alla categoria”

Il coordinatore romano UGL Polizia Locale Marco Milani rincara la dose: “Registriamo a malincuore l’ennesimo schiaffo alla categoria – si legge in una nota – solo a Roma i 300 posti di controllo quotidiani, per ogni turno di servizio, hanno prodotto oltre 800mila interventi dall’inizio dell’emergenza. Giudichiamo irresponsabile e deprimente questa immeritata mancanza di collaborazione, proveniente proprio dall’istituzione che dovrebbe valorizzarci e motivarci” – conclude Milani.

Potrebbero interessarti