Una piazza in ricordo di Matteo Balistreri, lo sfortunato campione dell’Ostia Mare

Amici e parenti stamattina nella zona di Spregamore dove è stata dedicata una piazza alla memoria di Matteo Balistreri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Matteo Balistreri, una giovane vita spezzata da un maledetto incidente, una carriera da calciatore già tracciata. Di quel giovane, morto tre anni fa a 19 anni in seguito ad un terribile incidente stradale, Roma conserverà la memoria grazie alla dedicazione di una piazza.

Semplice quanto commovente cerimonia stamattina nella zona di Spregamore, Casal Bruciato. Alla presenza dei genitori, degli amici, e delle autorità locali (tra queste il consigliere del IX Municipio, Piero Cucunato) è stata intitolata a Matteo Balistreri lo slargo all’incrocio tra via Positano e via Spregamore.

Un ricordo affettuoso e sincero di un ragazzo solare, amante della vita, generoso e forte il cui destino è stato spezzato da un incidente stradale il 2 febbraio di tre anni fa. Matteo, 19 anni, era in sella al suo scooter Honda Sh150 quando all’incrocio tra via di Porta Medaglia e via Ardeatina è stato travolto da un tir. Il giovane, residente all’Infernetto, morirà la notte stessa per i gravi traumi riportati.

Una piazza in ricordo di Matteo Balistreri, lo sfortunato campione dell’Ostia Mare 1
Matteo Balistreri

Matteo era una promessa del calcio. Era l’attaccante della squadra Juniores Nazionale dell’Ostiamare. In precedenza la parentesi con la Maceratese, poi si era trasferito all’Anzio, dove aveva collezionato anche alcune presenze in prima squadra ed infine, a dicembre del 2016, il trasferimento ad Ostia, con i biancoviola che avevano visto grandi potenzialità nel giovane classe 1998 già convocato con la nazionale Under 18 di Lega Pro.

Potrebbero interessarti