Ostia porta fortuna a Odette Giuffrida, medaglia d’oro agli Europei di judo

Odette Giuffrida, originaria di Montesacro e ostiense d’adozione ha perfezionato la sua preparazione al Palafijlkam di Castel Fusano andando a vincere l’oro agli Europei di Praga
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Ostia porta fortuna a Odette Giuffrida: la romana ha infatti vinto oggi la medaglia d’oro ai campionati Europei di judo in corso a Praga. La 26enne è la prima iridata nella pattuglia di sedici nazionali che difendono i colori azzurri.

Odette Giuffrida ha fatto brillare il sole nella squadra azzurra in occasione della prima giornata di gare a Praga, per il campionato d’Europa senior. Con una gara eccellente la forte atleta romana (26 anni) ha conquistato il titolo d’Europa nei 52 kg, riportando quella gioia che si era spenta proprio nei primissimi incontri della giornata, quando Manuel Lombardo, testa di serie n. 1 dei 66 kg, era stato squalificato per aver portato un attacco che ha messo in leva il braccio dell’azero Orkhan Safarov. Una delusione per tutti, ma in particolare per il campione 21enne dell’Esercito, apparso molto lucido e brillante, al punto che nei 3 minuti e 14 secondi trascorsi fino all’assegnazione della squalifica, l’azero non era riuscito a fare nulla di più che abbozzare un solo attacco, senza riuscire peraltro ad impensierire l’azzurro.

Odette Giuffrida invece, è stata irresistibile e se n’è resa conto subito la polacca Karolina Pienkowska, sconfitta per ippon, poi la svizzera Fabienne Kocher ha resistito fino a 2’30” di golden score prima di cadere (wazari) di fronte all’azzurra, quindi la spagnola Estrella Lopez Sheriff è stata logorata, prima wazari e poi ippon. In finale ha trovato ancora quell’Andrea Chitu, romena 32enne, già incontrata molte volte ed anche a Rio.

Forte e brava, ma sempre sconfitta. E così è stato anche questa volta, nonostante Chitu abbia adottato una strategia insidiosa insistendo proprio sul piede con il quale Odette porta il suo magico ‘de ashi barai’. C’è stata qualche ansia, è vero, ma alla fine Odette è andata a segno con il seoi nage (wazari) e l’ha portato elegantemente alla fine.

Grande Odette, anche questa volta sei stata di parola. Queste le tue parole di ieri, aspettando quelle di oggi: “Voglio vincere per me, per quello che ho superato, per la mia famiglia e per tutti noi italiani. Voglio vincere. È arrivato il momento di farlo. Adesso è il momento di concentrare tutte le mie energie sulle mie motivazioni e sulle cose di cui ho bisogno, non preoccupandomi di quello che è stato, delle condizioni, della preparazione e di tutto. È tempo di trasformare questo incubo in qualcosa di grandioso. È tempo di tirare fuori il carattere… Ho fame di “impossibile”.

Odette è una frequentatrice assidua del Centro di preparazione olimpica Palafijlkam di Castel Fusano e qui ha perfezionato la sua preparazione per gli europei. Originaria del quartiere di Montesacro, la medaglia d’argento di Rio 2016 è un’ostiense adottiva. Nei giorni del suo ritiro al Palafijlkam non era raro vederla in giro, come dimostra anche questa foto scattata sulla spiaggia del porto turistico.

Ostia porta fortuna a Odette Giuffrida, medaglia d’oro agli Europei di judo 1
Odette Giuffrida al Porto di Ostia
Potrebbero interessarti