Willy, ucciso a 21 anni con calci e pugni mentre cercava di sedare una rissa

Colleferro, un ragazzo massacrato di botte dal branco mentre cercava di sedare una rissa. Quattro arresti per omicidio
willy
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Quattro i giovani arrestati per l’assassinio di Willy Monteiro, il ragazzo 21enne massacrato di botte sabato sera a Colleferro. Willy era intervenuto per cercare di sedare una lite davanti a un locale della città, in largo Oberdan.

Massacrato di botte dal branco: quattro arresti per l’assassinio di Willy. Addio a un ragazzo pieno di sogni e amato da tutti

Mentre il ragazzo stava tentando di calmare gli animi, all’improvviso è arrivata una macchina di grossa cilindrata. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, sulla base delle testimonianze e delle riprese delle telecamere del luogo, dall’auto sono scesi due aggressori  – i fratelli Marco e Gabriele Bianchi – che si sono avventati sul 21enne.

willy
I due fratelli arrestati: secondo la Procura hanno massacrato Willy a calci e pugni

Calci, pugni, colpi alla testa: contro Willy un’esplosione di violenza folle, una vera e propria furia omicida. Sul ragazzo si sono accaniti anche altri due uomini, che stavano partecipando alla rissa.

All’arrivo degli agenti i quattro aggressori sono scappati. Il ragazzo è rimasto a terra in una pozza di sangue: inutile la corsa in ospedale, all’arrivo dei soccorritori era già senza vita.

willy

Secondo la Procura a compiere il barbaro omicidio sono stati i due fratelli che, scesi dalla macchina, si sono avventati per primi su Willy: Marco e Gabriele Bianchi, rispettivamente di 24 e 26 anni. Con loro hanno agito anche Mario Pincarelli e Francesco Belleggia, di 22 e 23 anni.

Grazie alle testimonianze dei presenti i carabinieri hanno rintracciato i fratelli presunti assassini ad Artena, un paese non lontano da Colleferro, dove erano scappati: insieme agli altri due complici sono stati arrestati in flagranza di reato, con l’accusa di omicidio preterintenzionale in concorso.

Gli abitanti della città sono sconvolti. Willy era conosciuto e amato da tutti: un ragazzo pieno di sogni e di speranze, con la passione del calcio. Il ragazzo aveva studiato all’Istituto alberghiero, e aveva in programma di diventare cuoco. Ma il suo progetto nel cassetto era quello di fare il calciatore: giocava nella squadra locale di Paliano, la frazione di Colleferro dove era residente.

Il Comune di Colleferro si costituirà parte civile nel processo contro i responsabili dell’omicidio del 21enne, annuncia oggi il sindaco Pierluigi Sanna. Stabilita anche la proclamazione del lutto cittadino: “Domani sarà lutto cittadino. Alle 12 tutti dovranno fermarsi almeno per un minuto, abbassare le saracinesche e smettere di lavorare per riflettere”, dichiara il primo cittadino di Colleferro.

Leggi anche: Terremoto ad Amatrice, il pm chiede in totale 35 anni di carcere per i costruttori

Terremoto ad Amatrice, il pm chiede in totale 35 anni di carcere per i costruttori

Potrebbero interessarti