Covid-19, la mappa del contagio a Roma

Ostia-Acilia isole felici, più grave il contagio nelle zone “ricche”: i risultati della ricerca curata da Salvatore Monni docente dell’Università Roma Tre
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Salvatore Monni, docente di Economia dello sviluppo all’Università Roma Tre e autore del volume “Le mappe della disuguaglianza” spiega la mappa del contagio a Roma.

L’emergenza sanitaria più che creare diseguaglianze a Roma ha fatto emergere problemi che già pre-esistevano in termini di opportunità – sostiene Monni – In questa città se nasci in un quartiere o in un altro hai più o meno opportunità. Sono disuguaglianze a cui, in una situazione normale, non ci si fa caso, ma che con il Covid si sono rivelate facendoci vedere le persone in fila per il pacco alimentare e le schiere di volontari in campo a supporto delle persone più deboli”.

La diffusione del contagio, però, si comporta diversamente dalla mappa del disagio “probabilmente, perchè questa è l’unica variabile che abbiamo rilevato, a causa di una maggiore presenza di studenti e quindi ragazzi giovani”, precisa Monni.

In valore assoluto 45 zone urbanistiche (su un totale di 155) hanno superato i 100 casi e 9 la soglia di 200, chiaramente quelle più popolose, soprattutto a est, con un forte aumento nelle ultime settimane: Torre Angela 320, Primavalle 253, Centocelle 249, Don Bosco 235, Trieste 226, Torpignattara 220, Val Melaina 219, Tuscolano sud 216, Gianicolense 202. I municipi maggiormente colpiti sono quelli ricchi e centrali: I, II e XV (circa 50 ogni 10mila residenti), seguiti a poca distanza da XIII (Aurelio) e XIV (Monte Mario) con 48 e dal V (Prenestina-Casilina) con 47; i casi sono invece minori nei municipi IX (Eur-Laurentina) e IV (Tiburtina) con 31, nel X (Ostia-Acilia) e VIII (Ostiense) con 33-34.

Covid-19, la mappa del contagio a Roma 1

Abbiamo diviso Roma in ‘sette città’ e nella città turistica, quindi quella centrale, ci sono più casi – conclude Monni – A Ostia invece ce ne sono solo 33. Crediamo non sia una questione nè di densità nè di aspetto anagrafico, ma determinata dalla quota di studenti e giovani che vi abitano”.

Covid-19, boom di contagi nel Lazio: superata quota 2mila al giorno. A Roma 1.073 nuovi positivi

Potrebbero interessarti