Coronavirus, linea dura della Regione: test in autostrada per i bus dall’Europa dell’Est

L’assessore alla Sanità del Lazio ha inasprito le misure per gli ingressi dall’Est Europa: i test inizialmente previsti al terminal Tiburtina saranno effettuati alla barriera autostradale
coronavirus
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Coronavirus: linea dura della Regione Lazio per gli arrivi dei passeggeri dall’Europa dell’Est, dove la circolazione del covid-19 è fuori controllo. L’assessore alla Sanità regionale, Alessio D’Amato, ha dato seguito agli avvertimenti lanciati nei giorni scorsi: “Se i pullmann provenienti da Romania e Bulgaria continueranno a evitare il terminal di Tiburtina per saltare i controlli, fermenermo i bus direttamente in autostrada”. Oggi eseguiti i primi test alla barriera autostradale di Roma Nord.

Coronavirus, linea dura della Regione Lazio: test in autostrada per i passeggeri dall’Europa dell’Est

Bus e minivan dalla Romania e la Moldavia che aggirano controlli rappresentano un fatto grave e autolesionista, soprattutto per le comunità presenti a Roma. Da quando abbiamo istituito i controlli sanitari, i pullman arrivano raramente a Tiburtina”, aveva dichiarato una settimana fa l’assessore alla Sanità del Lazio D’Amato.

coronavirus

 

“Ho chiesto la collaborazione della Polizia di Roma Capitale e della Prefettura per intensificare i controlli. Se necessario siamo pronti con le USCA-R ad andare con medici e infermieri direttamente alla barriera autostradale di Roma Nord per eseguire i test per coronavirus. Ritengo necessari i controlli alla frontiera”, era stato l’avvertimento lanciato il 2 agosto scorso da D’Amato.

coronavirus

Ma i pullmann dall’Est Europa hanno continuato a fermarsi in luoghi diversi dal terminal Tiburtina, proprio per evitare i controlli anti coronavirus. Inevitabile la decisione della Regione, che ha optato per la linea dura: “Sono partiti i test alla barriera autostradale di Roma Nord sui viaggiatori provenienti dall’Europa dell’Est“, annuncia oggi l’assessore D’Amato.

“I primi test – spiega l’assessore – sono stati effettuati su tre minivan e sono risultati tutti negativi. Si ringraziano gli operatori del Servizio sanitario regionale e le unità mobili USCA-R. La preziosa collaborazione della Protezione civile regionale, della Polstrada e della società Autostrade”.

“Eventuali casi positivi alla sieroprevalenza verranno subito isolati e sottoposti al tampone rapido”, conclude D’Amato.

Leggi anche: Vaccino, il ministro Speranza: “Prime dosi a fine anno”

Vaccino, il ministro Speranza: “Prime dosi a fine anno”

Potrebbero interessarti