Il bus tarda, minacce al conducente e sassi contro i vetri

Sassi e violenza ieri sera in via Luigi Candoni, alla Muratella. La follia di due giovani per il presunto ritardo della corsa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Prima hanno minacciato l’autista poi, una volta scesi dal bus, hanno investito il mezzo con una gragnuola di sassi, causando danni al lunotto posteriore.

E’ successo ieri sera, venerdì 23 ottobre, in via Luigi Candoni, alla Muratella. Ad essere stato preso di mira è stato il bus Atac della linea 719. Secondo una denuncia presentata ai carabinieri, l’episodio sarebbe iniziato intorno alle ore 20,00 quando una coppia di giovani, una volta saliti sul mezzo pubblico, ha iniziato a inveire contro l’autista, responsabile, stando alle contestazioni, di aver avviato la corsa in ritardo.

Dopo aver minacciato di morte il conducente, i giovani sono scesi alla fermata e hanno preso a pugni le porte e lanciato sassi contro la vettura. Il lunotto posteriore del bus è andato in frantumi ed il mezzo è stato ritirato dal servizio.

A proposito dell’episodio, l’assessore ai Trasporti di Roma, Pietro Calabrese scrive su Facebook: «Una violenza inaccettabile. Esprimo solidarietà al nostro dipendente e mi auguro che i responsabili siano presto individuati e fermati», conclude l’assessore.

In via Candoni, non distante dal campo nomadi della Muratella, si trova una rimessa Atac fatta oggetto di continui danneggiamenti e lanci di pietre.

 

Potrebbero interessarti