Auguri TG Canale 10, il videomessaggio di Federico Ruffo (Mi manda Rai Tre): “Anni meravigliosi che non dimentico”

Il conduttore di “Mi manda Rai Tre”, Federico Ruffo, celebra il 25 anni del telegiornale e ricorda i suoi esordi nella professione: “Lì ho imparato tutto ciò che serve a un giornalista”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

E’ un atto d’amore quello di Federico Ruffo per il TG Canale 10 News: lo definisce la sua casa, un pezzo del suo cuore, il posto che ha definito in lui tutto ciò che serve per un giornalista.

Anche il conduttore di “Mi manda Rai Tre” è tra i giornalisti che ha mosso i suoi primi passi tra gli studi e le telecamere di Canale 10. Dal giugno del 1999 e per tre anni ha collaborato alla realizzazione del telegiornale con servizi che, per certi versi, hanno lasciato il segno e dato dimostrazione che anche una piccola emittente televisiva, come era allora Canale 10, può esprimere un ottimo livello di informazione.

Era giugno 1999, avevo 19 anni, e ottenni un colloquio con Antonello Piscolla – ricorda entusiasta Ruffo – Quel giorno lui vide in me qualcosa che io non sapevo che esistesse e ha cambiato per sempre la mia vita. In quei tre anni meravigliosi del TG di Canale 10 ho imparato tutto ciò che serve per un giornalista, tutto ciò che ha definito in me cosa significasse essere giornalista e cosa volevo essere. Piscolla ha saputo mettermi in pace con questo lavoro accettando quando si sbaglia, una qualità che non ho più trovato nel nostro ambiente. A Canale 10 ho passato anni meravigliosi che non posso dimenticare. C’è un posto nel mio cuore che conservo solo per i protagonisti di questa magnifica avventura, dall’editore Paolo Spiga alla figlia a tutti i loro collaboratori. Spero che un giorno, quando tutto questo sarà finito, voi abbiate conservato un piccolo posto per sentirmi nuovamente a casa: casa mia è Canale 10”.

Federico Ruffo, 41 anni, ostiense doc, è uno dei giornalisti di punta della Rete Rai 3 dove è approdato dopo aver fatto esperienza non solo con Canale 10 ma anche con i quotidiani Il Tempo, Metro e Il Messaggero. Eppure l’arrivo in Rai fu attraverso i servizi per “La vita in diretta” (Rai 1) e poi per programmi d’informazione per Rai 2. Nel 2005 l’approdo a Rai 3 con due stagioni di lavoro a “Mi manda Rai Tre” per poi passare a “Le Iene” di Mediaset. Nell’estate 2006 si sposta a LA7 con Antonello Piroso per la trasmissione “Omnibus Estate”. Nel 2009 produce servizi per “Report” con Milena Gabanelli, nel 2011 l’incontro con Riccardo Iacona che lo ingaggia per “Presa diretta” fino al 2016 quando ritorna a “Report”.

Nel 2016 e per due stagioni conduce “Il posto giusto” su Rai 3 e “FarWeb” per la stessa rete. Dal 1° ottobre scorso è il conduttore di “Mi manda Rai Tre”.

Nella sua carriera Federico Ruffo ha ricevuto importanti riconoscimenti giornalistici per il suo lavoro: nel 2008 gli è stato attribuito il Premio Gaspare Barbiellini Amidei, nel 2012 il Premio Sodalitas e nel 2013 il Premio Ilaria Alpi.

E’ autore del libro-inchiesta “Utilizzatori finali” con Riccardo Iacona e di “Gli orologi del diavolo” con Gianni Franciosi. Da quest’ultimo romanzo è stata tratta la fiction che andrà presto in onda per l’interpretazione, tra gli altri, di Giuseppe Fiorello.

Auguri TG Canale 10, nozze d’argento con l’informazione