Covid-19, negativo il tampone fatto da Virginia Raggi

La sindaca di Roma si è sottoposta a tampone dopo il caso di positività del suo Capo di Gabinetto. Sanificazione degli uffici questa mattina
scuola
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

E’ negativo il primo tampone al quale si è sottoposta la sindaca di Roma, Virginia Raggi, dopo il caso di positività emerso dal suo Ufficio di Gabinetto.  A risultare positivo è stato proprio il capo team, Stefano Castiglione. Questa mattina i locali saranno sottoposti a sanificazione.

E’ una nota diramata dall’Ufficio Stampa a chiarire che “la sindaca di Roma Virginia Raggi, in aderenza alle linee guida nazionali, ha consultato il proprio medico curante che le ha inviato richiesta per l’effettuazione di un test diagnostico. La prima cittadina si è recata in un ospedale pubblico per effettuare il tampone e, come prevedono le norme, rimarrà in autoisolamento in attesa dell’esito dei test. La sindaca Raggi continuerà a esercitare comunque le sue funzioni istituzionali”.

Alle ore 10,12 il dispaccio di agenzia che conferma: “È negativo l’esito del primo test per la ricerca del Covid-19 svolto dalla sindaca di Roma Virginia Raggi. È quanto si apprende da fonti del Campidoglio. Raggi ha svolto il tampone nel pomeriggio di ieri, dopo aver ricevuto notizia della positività di un membro del suo ufficio di gabinetto

Si tira, dunque, un sospiro di sollievo dopo che il covid ha fatto il suo ingresso in Campidoglio, nelle stanze più vicine a quella della sindaca. Immediatamente è scattato il protocollo sanitario: la sindaca, che in mattinata aveva partecipato ad una incontro con la viceministra Laura Castelli, si è sottoposta al tampone, ponendosi in autoisolamento in attesa del risultato.

Il capo di Gabinetto Stefano Castiglione conferma di avere contratto il coronavirus. Lo dice al Foglio on line precisando però di non avere avuto contatti con la sindaca da giorni. «Mi trovo a casa, ho qualche linea di febbre, ma sto bene – dice – La sindaca? Mi ha chiamato poco fa per conoscere le mie condizioni. Non la vedo dalla scorsa settimana». Castiglione però è andato al lavoro nelle sue stanze a Palazzo Senatorio.

Il protocollo prevede il tracing di tutti i contatti, di lavoro e familiari, del soggetto positivo e una volta rintracciati i link i relativi tamponi dei contatti e i tamponi per accertare eventuali positività. La sindaca seppur in autoisolamento continuerà ad esercitare le sue funzioni istituzionali. Gia in Aula Giulio Cesare si era verificato un caso di Covid. Il consigliere Francesco Figliomeni (FdI) era risultato positivo al coronavirus e in quel caso ogni consigliere aveva fatto riferimento al proprio medico curante dopo che il Campidoglio aveva consigliato a chi era entrato in contatto con Figliomeni di procedere al tampone. Il fatto che non si fosse ricorso al protocollo standard, seppur legittimo, aveva sollevato polemiche e il gruppo del Pd optò per la quarantena in attesa dei risultati del tampone.

Covid-19: primo positivo in Campidoglio. Il Gruppo PD fa i test e si mette in auto-isolamento

Potrebbero interessarti