Asl Roma 3, sei giornate di screening oncologici open day gratis. Ecco come e dove

L’azienda sanitaria Asl Roma 3 offre un prezioso regalo di Natale: sei diverse giornate per tre diversi screening gratuiti e senza appuntamento

Screening gratuiti e senza appuntamento in tre diversi ambulatori della Asl Roma 3

Sei diverse giornate per tre diversi screening oncologici da effettuare senza appuntamento e gratuitamente. E’ il prezioso regalo di Natale che la Asl Roma 3 fa ai propri assistiti residenti nel Comune di Fiumicino e nei municipi Roma X, nell’XI e nel XII. Sarà sufficiente presentarsi negli orarti e negli ambulatori indicati per effettuare le visite, senza appuntamento e senza pagare un ticket.

E’ la bella novità proposta dalla Asl Roma 3 per passare in salute le feste natalizie. L’open day screening verrà svolto secondo un preciso calendario in sei giornate a orario continuato dalle ore 9,00 alle 19,00 in tre diverse location. Tre i controlli che saranno effettuati a seconda delle richieste e delle caratteristiche dei pazienti: lo screening colon-retto (prevede l’esame delle feci per la ricerca di sangue occulto), lo screening cervice uterina (prevede l’effettuazione del pap test) e lo screening mammario (contempla la mammografia).

REQUISITI E CALENDARIO

Lo screening per la prevenzione dei tumori al colon-retto riguarda sia uomini che donne in età compresa tra 50 e 74 anni. Quello per la prevenzione dei tumori alla cervice uterina è riservato alle donne in età tra 25 e 64 anni. Infine, quello di prevenzione del tumore mammario è per le donne tra 50 e 74 anni.

Gli incontri a Ostia si terranno presso la Casa della Salute (lungomare Paolo Toscanelli, 230) domenica 20 e domenica 27 dicembre. Le visite a Fiumicino si effettueranno nei Poliambulatori di via Coni Zugna 173 nei giorni di sabato 19, domenica 20 e domenica 27 dicembre. A Roma gli screening si faranno nel Poliambulatorio di via Bernardino Ramazzini 31 domenica 20 dicembre.

I DRAMMATICI EFFETTI DEL LOCKDOWN

Gli effetti del covid-19 e del conseguente lockdown si sono tradotti in una perdita di almeno 1,5 milioni di screening in Italia rispetto all’anno precedente. L’Aiom, associazione di oncologia medica italiana, ha statisticamente calcolato che questi screening non eseguiti hanno portato a non fare almeno 2000 diagnosi precoci di tumore della mammella e circa 1000 diagnosi precoci di tumore al colon retto. Hanno anche ipotizzato che la sospensione di questi screening per colpa del covid porterà nei prossimi cinque anni ad un aumento della mortalità del 16,6% per quanto riguarda il cancro del colon-retto e di circa il 9% del cancro della mammella. E va sottolineato che il tasso di mortalità per covid nei pazienti oncologici è di circa il 27% rispetto al 2-3% della popolazione non oncologica.

Sono dati importanti, che pesano – sottolinea Maria Rita Noviello, Coordinatrice delle attività di screening per la Asl Roma 3 – in questa drammatica analisi svolta sia dall’Aiom che dall’associazione europea Esmo che si occupano di oncologia.  Ecco perché l’azienda della Asl Roma 3, unica nella regione, ha deciso di fare degli open day proprio in questo periodo per regalare salute a tante persone”.

“Io medico, uno dei pochi sopravvissuti all’Apocalisse del Covid-19” (VIDEO)