Ama: revocato lo sciopero del 20 aprile

L’amministratore unico di Ama Zaghis: “Per l’azienda la sicurezza dei lavoratori è un bene primario”
Ama: revocato lo sciopero del 20 aprile
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

La decisione è scaturita al termine dell’incontro di conciliazione, tenuto oggi in videoconferenza, dai rappresentanti della Municipalizzata capitolina per l’Ambiente, dalle Organizzazioni Sindacali territoriali del comparto di Igiene Ambientale CGIL, CISL, FIADEL e dai referenti degli eletti delle liste della RSU FP CGIL, FIT CISL, FIADEL, UGL.

 

“Sono contento – afferma l’Amministratore Unico di Ama S.p.A., Stefano Zaghis, – che si sia arrivati a un punto di equilibrio, grazie al senso di responsabilità che ha prevalso in un momento così complesso e delicato per tutto il Paese. Tra l’altro, abbiamo convenuto con i rappresentanti Sindacali di richiedere alla Protezione Civile Regionale e Nazionale, in aggiunta alla dotazione già presente in Azienda, ulteriori dispositivi di protezione, come mascherine e guanti, assolutamente necessari per una società come Ama che svolge un servizio di pubblica utilità essenziale per i cittadini romani. Fin dall’inizio dell’emergenza Covid-19, l’Azienda ha lavorato ventre a terra per assicurare la massima tutela e protezione dei lavoratori, adeguando costantemente le misure adottate all’evolversi dello scenario normativo e del contesto sanitario. Dallo scorso 3 aprile, avevamo concordato con le rappresentanze Sindacali ulteriori passi che abbiamo già pianificato per continuare nell’impegno massimo per la sicurezza dei lavoratori, nostro bene centrale e primario“.