Dopo 12 anni la Regione Lazio è fuori dal commissariamento della sanità

Ad annunciarlo è stato il presidente della Regione Nicola Zingaretti. “E’ una vittoria storica – ha commentato – ora assunzioni, investimenti e servizi sui territori”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Dopo 12 anni il Lazio è fuori dal commissariamento della sanità. Ad annunciarlo è stato il presidente della Regione Nicola Zingaretti. “E’ una vittoria storica – ha commentato – ora assunzioni, investimenti e servizi sui territori”. Grande soddisfazione è stata espressa dalla consigliera Pd Michela Califano.

“Quando siamo arrivati, nel 2013, abbiamo trovato una sanità al collasso, morta, che perdeva miliardi di euro – ha dichiarato – con tanta fatica abbiamo messo mano a questo caos e dopo un lavoro mostruoso di risanamento e riorganizzazione, segniamo il primo, importantissimo punto”. Dello stesso avviso il presidente del gruppo del partito democratico in consiglio regionale Marco Vincenzi.

Lazio fuori dal commissariamento Sanità: “L’obiettivo è garantire a tutti un’assistenza primaria h24”

“Da oggi l’impegno continuerà ad essere incentrato a migliorare le prestazioni e i tempi di attesa – ha affermato – proseguiremo nel lavoro fatto finora per il potenziamento della sanità territoriale, di quella domiciliare e dei servizi di prossimità, per arrivare a garantire a tutti un’assistenza primaria h 24, 7 giorni su 7”. Anche la consigliera Marta Bonafoni ha accolto positivamente la notizia: “E’ un punto di partenza. Lavoreremo per dare risposte ai cittadini”.ù

Ti potrebbe interessare leggere anche: Riserva Decima Malafede: approvato il piano di assetto dopo 17 anni

Potrebbero interessarti