Torvaianica: è partito il progetto Pegaso per il ripopolamento ittico

Barriere artificiali contro la pesca a strascico. A Torvaianica è partito il progetto Pegaso per favorire il ripopolamento ittico nel tratto di costa davanti all’approdo dei pescatori
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Barriere artificiali contro la pesca a strascico. A Torvaianica è partito il progetto Pegaso per favorire il ripopolamento ittico nel tratto di costa davanti all’approdo dei pescatori. Il piano è stato fortemente rivisto rispetto alla versione preliminare e prevede quattro zone costituite sulla base di tre diversi modelli strutturali: a pozzetti, a tubi e ad assiemi di laterizi ecocompatibili. Inoltre saranno immerse 61 strutture, dette tripodi, dal peso di oltre sette tonnellate.

Progetto Pegaso: le parole del sindaco di Pomezia

“La pesca a strascico ha un forte impatto sull’ambiente marino – ha spiegato l’assessore comunale di Pomezia Giovanni Mattias che conclude– vogliamo creare un’area di tutela per incrementare la biodiversità e la colonizzazione da parte di specie rare nel nostro litorale”. Soddisfatto anche il sindaco: “Si tratta di un modo per salvaguardare il territorio – ha sottolineato Adriano Zuccalà – il progetto pegaso ci consente di promuovere lo sviluppo di una pesca sostenibile diffondendo la cultura di un’etica del consumo”.

 

Potrebbero interessarti