Spiagge chiuse fino al 18 maggio: lo hanno deciso i sindaci di Ardea e Pomezia

La proroga di chiusura degli arenili è stata disposta per la mancanza di risorse economiche e di personale per effettuare i controlli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Spiagge chiuse fino al 18 maggio ad Ardea e Pomezia. La proroga di chiusura degli arenili è stata disposta per la mancanza di risorse economiche e di personale per effettuare i controlli.

Spiagge chiuse ad Ardea e Pomezia fino al 18 maggio

L’accesso alle spiagge di Pomezia, Ardea, Anzio e Nettuno non sarà consentito fino al 18 maggio. Lo hanno deciso, nel corso di una videoconferenza, i sindaci dei rispettivi comuni che nelle prossime ore emaneranno nuove ordinanze di conferma dei divieti già disposti all’inizio della pandemia.

“Siamo costretti a prorogare la chiusura degli arenili – ha spiegato il primo cittadino di Ardea Mario Savarese – non abbiamo le risorse, sia in termini economici che di personale, per organizzare i controlli. Non si può nemmeno pensare di allargare il fronte mare per delegare il monitoraggio ai gestori degli stabilimenti. Sono convinto che gli accessi debbano essere studiati e normati. A breve, infatti, ci sarà un incontro tra l’Associazione Nazionale Comuni Italiani e la Regione, perchè noi non abbiamo nè l’autonomia, nè il potere di intervenire in tal senso” – ha concluso.

spiagge chiuse

Ancora prima della videoconferenza il sindaco di Pomezia Adriano Zuccalà aveva incontrato i balneari di Torvaianica per avere qualche suggerimento su come poter affrontare il problema delle spiagge chiuse, ma i gestori preferiscono aspettare indicazioni chiare dal governo.

Potrebbero interessarti