Pomezia: il consiglio si svolge ancora in videoconferenza. Protesta l’opposizione

A Pomezia, i rappresentanti dell’opposizione chiedono con forza che il consiglio comunale torni a riunirsi in presenza.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

A Pomezia la maggioranza grillina sta annullando il confronto politico“: questa l’accusa mossa dall’opposizione, che chiede di poter tornare a riunirsi in aula per il consiglio comunale.

Pomezia: l’opposizione chiede di tornare a svolgere in aula il consiglio comunale

A Pomezia il consiglio comunale si svolge ancora in videoconferenza, nonostante il lockdown sia terminato da quasi tre mesi. Ora i consiglieri di opposizione chiedono al movimento cinque stelle di consentire la ripresa dell’assise in presenza.

Non siamo più disposti a tollerare l’atteggiamento della maggioranza grillina che pensa di poter annullare il confronto politico nei luoghi istituzionali deputati a questo scopo – scrivono i rappresentanti della minoranza – è assurdo che il presidente del consiglio comunale Padula continui a convocare le assemblee online, privandoci della possibilità di confrontarci fisicamente e impedendo ai cittadini di partecipare alle sedute, quando ormai, con le dovute accortezze, si può addirittura andare in discoteca.

consiglio

Se l’attuale aula consiliare non permette di rispettare il necessario distanziamento – propongono i consiglieri – allora si attrezzi un diverso spazio. Già altre volte, in passato, sono stati utilizzati i locali del campus Selva dei Pini e la Sala Gatti di Torvaianica”.

 

Leggi anche Pomezia: la prefettura diffida il Comune

Pomezia: la prefettura diffida il Comune

Potrebbero interessarti