Incendi Loas e deposito pneumatici: i sindaci di Pomezia e Ardea dal Prefetto

Due enormi roghi hanno distrutto il deposito rifiuti della LOAS, ad Aprilia, e un magazzino di pneumatici ad Ardea. Le sostanze tossiche sprigionate nell’aria dalla nube di fumo avevano fatto scattare l’allarme
incendi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Gli incendi che a inizio agosto hanno devastato il quadrante tra Pomezia e Aprilia hanno avuto anche pesanti ripercussioni sulla qualità dell’aria. Ad andare in fiamme il 9 agosto era stato il deposito di rifiuti plastici della LOAS di Aprilia, e pochi giorni dopo il magazzino di pneumatici ad Ardea (leggi qui). Il fumo provocato dai roghi aveva provocato un preoccupante rialzo delle sostanze chimiche inquinanti, come diossina e PCB, in tutta la zona (qui i dati ufficiali dell’Arpa Lazio). Per prevenire nuovi disastri questa mattina il sindaco di Pomezia Adriano Zuccalà e il primo cittadino di Ardea Mario Savarese, hanno incontrato il Prefetto di Roma Matteo Piantedosi.

Incendi, l’incontro dei sindaci di Ardea e Pomezia con il Prefetto di Roma

“L’incontro con il Prefetto è stato positivo”, commentano i sindaci. “Abbiamo concordato la convocazione nelle prossime settimane di un Comitato per la Sicurezza Pubblica che servirà a coordinare le attività di controllo, prevenzione e repressione nel quadrante sud di Roma, con tutti i soggetti coinvolti.

incendi

Incendi e roghi dolosi hanno continuato anche in questi ultimi giorni a ripetersi nello stesso quadrante, in particolare nell’area tra Torvaianica e Ardea, immettendo nell’aria ancora più sostanze inquinanti e ponendo in pericolo l’incolumità della popolazione (leggi qui).

Il nostro territorio merita la giusta attenzione in termini di sicurezza, visti gli incendi divampati nelle ultime settimane a Ardea e Aprilia, senza dimenticare il caso Eco X: la tutela della salute pubblica è la nostra priorità”, proseguono i primi cittadini Zuccalà e Savarese.

Il Sindaco di Pomezia ha presentato, in aggiunta, una proposta per l’istituzione di un Osservatorio per la sicurezza sul Litorale, ora al vaglio della Prefettura: “Uno strumento di monitoraggio per le Città di Pomezia e Ardea, estendibile fino a Anzio e Nettuno – spiega Zuccalà – che possa contrastare le attività illecite e garantire la sicurezza dei cittadini e del territorio”.

“Ringraziamo il Prefetto per averci convocato in tempi brevi e per l’attenzione dimostrata nei confronti dei problemi, incendi e non solo, che le nostre Città affrontano quotidianamente”, concludono i Sindaci.

Leggi anche: Incendi e nubi tossiche ad Aprilia e Ardea: i sindaci della zona lanciano l’allarme

Incendi e nubi tossiche ad Aprilia e Ardea: i sindaci della zona lanciano l’allarme

Potrebbero interessarti