Borgo di Pratica di Mare: il cancello dovrà essere aperto entro il 31 agosto

Continua la contesa per il Borgo di Pratica di Mare. Dopo il pronunciamento del Tar – che ha ordinato il ripristino dello stato dei luoghi – il comune di Pomezia nei giorni scorsi ha rimosso il cancello d’accesso a proprie spese, trovando però un altro sbarramento
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Continua la contesa per il Borgo di Pratica di Mare. Dopo il pronunciamento del Tar – che ha ordinato il ripristino dello stato dei luoghi – il comune di Pomezia nei giorni scorsi ha rimosso il cancello d’accesso a proprie spese, trovando però un altro sbarramento. L’amministrazione ha dunque emesso una nuova ordinanza che intima alla società “Nova Lavinium” di aprire il varco entro il 31 agosto.

Cancello del borgo, Borghese chiede un incontro al Sindaco

“Il secondo cancello è stato messo a protezione della proprietà’ privata, dei cantieri e per la sicurezza dell’area – spiega Maria Grazia Borghese, amministratrice dei beni – chiedo un incontro urgente con il Sindaco per risolvere urgentemente il caso e ristabilire il corretto percorso di transizione e restauro già avviato”. La famiglia Borghese, in sostanza, insiste nel ritenere patrimonio privato anche le corti interne e le strade del borgo, che sarà presto riaperto al pubblico ‘compatibilmente con la futura destinazione artigianale, commerciale, residenziale e ricettiva’.

Ti potrebbe interessare leggere anche: Pratica di Mare: dietro al cancello del borgo rimosso ne spunta un altro

Potrebbero interessarti