Sos amianto a Pomezia: servono nuovi teli nella discarica di Valle Caia

L’amianto nella discarica di Valle Caia a Pomezia deve essere ricoperto con nuovi teli, dopo il danneggiamento di quelli vecchi, distrutti dall’incendio del 6 luglio.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

L’amianto nella discarica di Valle Caia a Pomezia deve essere ricoperto con nuovi teli, dopo il danneggiamento di quelli vecchi, distrutti dall’incendio del 6 luglio. Lo ha deciso il sindaco Adriano Zuccalà, che ha firmato un’ordinanza con cui obbliga il legale rappresentante della società proprietaria dell’invaso, a ripristinare le coperture andate a fuoco e a realizzarne altre nelle parti completamente mancanti. Il legale ha un mese di tempo per terminare i lavori. In caso contrario rischia l’arresto fino a 3 mesi.

Amianto a Pomezia: la storia

A chiedere la messa in sicurezza dell’area è stata la Asl Roma 6, dopo che gli esperti dell’arpa lazio avevano sottolineato come l’incendio avesse deteriorato i teli, lasciando l’amianto scoperto e a rischio sbriciolamento. Già un anno fa il comune aveva intimato alla società di sostituire le coperture danneggiate dagli agenti atmosferici per evitare che le fibre si disperdessero nell’aria, poi le fiamme hanno distrutto il materiale stoccato.

Ti potrebbe interessare leggere anche: Fiumicino: sequestrato un cantiere navale. Era stato adibito a discarica abusiva

Potrebbero interessarti