Via Ostiense, allarme asfalto danneggiato. SI: “Strada ad alto rischio incidenti, serve intervento urgente”

Dalla morte di Elena Aubry, la ragazza deceduta in moto per via delle buche sull’asfalto, nulla è cambiato. La denuncia di Sinistra Italiana
Ostiense
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

La via Ostiense ha una fama sinistra: buche, radici sporgenti, vegetazione che restringe la carreggiata sono stati negli anni la causa di diversi incidenti di auto e moto. Spesso, purtroppo, anche mortali. Come nel caso di Elena Aubry, la ragazza morta in moto a causa degli avvallamenti presenti sull’asfalto. E Sinistra Italiana X Municipio denuncia: “Non c’è un minuto da perdere, è necessario un intervento di messa in sicurezza urgente“.

Via Ostiense: ancora oggi una strada ad alto rischio incidenti

Una tragedia, quella di Elena Aubry, che ha indotto la coraggiosa mamma, la signora Graziella Viviano, a iniziare una battaglia per la sicurezza la manutenzione stradale. A giorni la Procura di Roma chiederà il rinvio a giudizio degli indagati: i pm sono convinti che l’incidente mortale sull’Ostiense sia stato causato dalle buche e dagli avvallamenti provocati dalle radici degli alberi.

La via Ostiense è una strada ad alto rischio incidenti. La vegetazione invade la corsia e l’asfalto è fortemente danneggiato. Cosa si aspetta per intervenire, l’ennesimo incidente mortale?” dichiara Marco Possanzini, segretario Sinistra Italiana del X Municipio.

“E’ una strada percorsa da migliaia di auto ogni giorno, tristemente nota per la sua pericolosità e per i gravissimi incidenti, spesso mortali, accaduti. Sono necessari e urgenti interventi di manutenzione stradale oramai non più rinviabili, che dovrebbero essere ordinari e periodici”, sottolinea Sinistra Italiana in una nota.

Sinistra Italiana: “Necessario un intervento urgente, non si può far finta di nulla”

“Da mesi denunciamo la pericolosità di questa ex Strada Statale oggi di competenza della Città Metropolitana di Roma Capitale”, dichiara Possanzini. “In particolare – aggiunge – il tratto che va dallo svincolo per la Stazione di Ostia Antica fino al semaforo con via delle Azzorre in zona Lido Nord, in quanto la corsia di marcia verso il mare è significativamente occupata dalla vegetazione, addirittura in alcuni tratti la vegetazione occupa la carreggiata coprendo interamente la linea continua che delimita il settore stradale”.

Ostiense

“La corsia di scorrimento verso l’entroterra è invece funestata da crateri e buche che costringono le auto in transito a guadagnare sistematicamente il centro strada. Un combinato disposto molto pericoloso”, continua Possanzini.

“Non si può far finta di nulla davanti ad una condizione di grave pericolo come quella esistente. Ricordiamo alla Giunta Di Pillo e alla Sindaca Virginia Raggi, che l’Amministrazione è responsabile della salute e della sicurezza dei cittadini. Se non ci saranno interventi tempestivi di messa in sicurezza della Via Ostiense nei tratti indicati, non esiteremo un minuto di più e ci rivolgeremo alla Procura della Repubblica di Roma”, conclude la nota.

Ti potrebbe interessare anche: Ostia: materiali non biodegradabili interrati in spiaggia sul Lungomare Duca Degli Abruzzi

Ostia: materiali non biodegradabili interrati in spiaggia sul Lungomare Duca Degli Abruzzi

Potrebbero interessarti