Tutti i nomi di Alitalia Ita, la Newco pubblica del trasporto aereo

Firmato il decreto di nascita della Alitalia Ita dalle ceneri della compagnia disastrata. Tre miliardi la dotazione assegnata dal Governo
Alitalia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Si chiamerà Alitalia Ita (Italia trasporto aereo spa) la nuova compagnia, che nasce con il decreto firmato ieri, venerdì 9 ottobre. Un nuovo nome, dunque, per Alitalia, nata come Alitalia Lai e poi ribattezzata Alitalia Cai con la privatizzazione del 2008, con i ‘capitani coraggiosi’ di berlusconiana memoria e poi diventata Alitalia Sai, con l’arrivo degli arabi di Etihad nel 2014, poi finita in amministrazione straordinaria nel maggio del 2017.

La nuova società pubblica avrà una dotazione di 3 miliardi di danaro pubblico, una flotta di oltre 100 aerei ed arriva dopo oltre 3 anni di amministrazione straordinaria, riportando la compagnia nelle mani pubbliche. Ieri i Ministri dell’economia e delle finanze Roberto Gualtieri, delle infrastrutture e dei trasporti Paola De Micheli, dello sviluppo economico Stefano Patuanelli e del lavoro e delle politiche sociali, Nunzia Catalfo, hanno firmato il relativo decreto.

Il Consiglio di Amministrazione della Newco sarà guidato da Francesco Caio come presidente e da Fabio Maria Lazzerini nel ruolo di amministratore delegato come chiarisce la nota congiunta diffusa da Mef, Mit, Mise e Ministero del Lavoro. Nel Cda anche i consiglieri Alessandra Fratini, Angelo Piazza, Lelio Fornabaio, Frances Vyvyen Ouseley, Simonetta Giordani, Silvio Martuccelli e Cristina Girelli. Il collegio sindacale è composto da Paolo Maria Ciabattoni, Giovanni Naccarato, Marina Scandurra, Gianfranco Buschini e Serena Gatteschi.

Per Francesco Caio è il proseguimento del lavoro avviato dal 29 giugno quando è stato nominato Presidente di Alitalia TAI. Manager di lungo corso, una volta sostenuto da Enrico Letta (che lo volle nel 2011 a capo della non fortunata avventura dell’Agenzia per l’Italia digitale) gli viene attribuito l’altalenante appoggio politico di Matteo Renzi. La sua presidenza viene considerata in quota M5S.

Fabio Maria Lazzerini, laurea in economia aziendale alla Bocconi e specializzazione in marketing, è stato direttore generale di Emirates per l’Italia, e dal settembre 2017 è direttore commerciale di Alitalia. Il suo ruolo di amministratore delegato sarebbe stato voluto dal ministro capodelegazione del Pd Dario Franceschini e dalla ministra dei Trasporti, Paola De Micheli.

 

Crisi covid-19, Alitalia chiede la cassa integrazione per settemila dipendenti

Potrebbero interessarti