Ladispoli, continuano le polemiche sull’utilizzo del Teatro Vannini

Il preside della scuola Corrado Melone attacca la decisione del sindaco in merito all’utilizzo dei locali del Teatro Vannini: “Plaudo alla sagacia di chi pensa forse di generare una guerra fra poveri”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

A Ladispoli continua la polemica sul mancato utilizzo del Teatro Vannini come mensa dell’Istituto Corrado Melone. Ad alzare la voce, ancora una volta, il dirigente scolastico Riccardo Agresti, che commenta così la decisione dell’amministrazione di utilizzare i locali per ospitare il centro diurno per la disabilità (leggi qui la notizia).

Ladispoli, il preside dell’Istituto Melone attacca il sindaco: “Qualcuno pensa di generare una guerra tra poveri”

Non voglio accusare nessuno di incapacità o di malafede – dichiara Agresti in una nota – forse non tutti sanno che la sala polifunzionale, costruita entro il recinto della “Melone”, viene ancora pagata con una quota parte dei soldi provenienti proprio dai pasti della mensa”.

teatro

“Per mesi – continua il dirigente scolastico – il Comune e il sindaco non hanno trovato il modo di opporsi alla ovvia e banale richiesta di far mangiare i bambini in quegli spazi per evitare che pranzassero sui banchi delle loro aule”..

Solo ora hanno scoperto come bloccare l’assurda pretesa”, ironizza il preside, “contrapponendovi le necessità dei disabili che si sono evidenziate una settimana dopo l’inizio delle lezioni”.

“Ovviamente, davanti alle esigenze dei disabili alziamo le mani e il cappello. Mi permetto però di plaudire alla sagacia di chi pensa forse di generare una guerra fra poveri”, conclude Agresti.

Leggi anche: Ladispoli, il Teatro Vannini sarà a disposizione dei servizi sociali

Ladispoli, il Teatro Vannini sarà a disposizione dei servizi sociali

Potrebbero interessarti