Santa Severa: il castello riapre al pubblico

Previste visite contingentate, ricostruzioni in 3D e audioguide con la voce narrante di Mario Tozzi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Importanti novità per Santa Severa: finalmente il castello riapre al pubblico, dopo la chiusura forzata.

Santa Severa, finalmente il castello riapre al pubblico

Dopo la chiusura forzata, finalmente oggi riapre al pubblico il castello di Santa Severa. Gli ingressi sono gestiti nel pieno rispetto delle indicazioni previste per i luoghi pubblici in materia di distanziamento sociale ed è possibile acquistare i biglietti direttamente online sulla piattaforma “Coop Culture“.

Le visite all’interno del museo sono contingentate e per renderle più agevoli, è disponibile un’app gratuita, che, attraverso la realtà virtuale offre un interessante racconto del castello accompagnato dalla voce narrante di Mario Tozzi, noto geologo e divulgatore scientifico.

castello

I video ripercorrono la storia di Santa Severa consentendo alle persone di conoscere da vicino tutti i personaggi che hanno lasciato una traccia indelebile nel sito. Mediante l’applicazione è possibile scoprire la struttura muraria che i romani nel secondo secolo Avanti Cristo eressero sui resti delle precedenti mura etrusche a difesa di Pyrgi; si può vedere la ricostruzione in 3D della basilica paleocristiana e rivivere l’arrivo del primo ambasciatore giapponese giunto in europa che soggiornò proprio a santa severa nel 1615.

Per tutti gli interessati le visite sono consentite dal martedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00, mentre il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 19.00. Per maggiori informazioni www.castellodisantasevera.it.

Ti può interessare anche: Legambiente Lazio: “Giù le mani dalle spiagge libere”

Legambiente Lazio: “Giù le mani dalle spiagge libere”

Potrebbero interessarti