Cerveteri, Necropoli: slitta la riapertura?

La riapertura della necropoli etrusca  prevista per lunedì prossimo rischia di posticiparsi a causa della mancanza di personale. I sindacati Fp Cgil denunciano lo stato in cui vivono gli operatori
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...
La riapertura della necropoli etrusca prevista per lunedì prossimo rischia di posticiparsi a causa della mancanza di personale. I sindacati Fp Cgil denunciano lo stato in cui vivono gli operatori e in una nota scrivono: “Avevamo  chiesto interventi per sopperire alla cronica assenza di personale ancora prima dell’emergenza coronavirus, la situazione non è delle più piacevoli, mancano addetti al verde e alla vigilanza”.
Chiediamo – continuano – il sostegno del Comune e alla Direzione Regionale dei Musei del Lazio per evitare che il sito rimanga chiuso”. Il sito, tra l’altro, è stato disposto di tutte le precauzioni anti-virus.

Riapertura posticipata della Necropoli? Possibili disagi per ristoranti e agriturismi

Ripercussioni sullo stato della Necropoli potrebbero averlo anche ristoranti e agriturismi che nei periodi estivi raddoppiano  il numero di presenze con i visitatori alla Banditaccia, visto anche l’ottimo rapporto che lega Pascucci con il Ministro ai Beni Culturali Franceschini ci si augura che si possa arrivare a una soluzione rapida e risolutiva.
Potrebbero interessarti